Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il Senatore Saro al dibattito con Beppino Englaro


Il Senatore Saro al dibattito con Beppino Englaro
23/03/2010, 12:03

Moruzzo – “L’incontro di questa sera a Moruzzo (Friuli) s’inserisce nello scenario apertosi nel Paese dopo la vicenda di Eluana Englaro”, premette il sen. Ferruccio Saro nell’intervento di questa sera con Beppino Englaro e Debora Serracchiani. “Restano ancora aperti tutti i temi portati sul tavolo della politica e della coscienza collettiva legati al fine-vita la cui impellenza nell’agenda building si è scatenata soprattutto dopo la tragica vicenda consumatasi in Friuli”. Un anno dopo, “ancora la legge alla Camera è bloccata. Bisogna cercare di fare in modo che le ragioni dello scontro ideologico e delle contrapposizioni di natura religiosa e personale vengano superate e lascino lo spazio neutro all’argomentazione non ideologica, non politica, non confessionale. Quello di cui oggi sentiamo particolarmente l’esigenza è un dialogo soprattutto su alcuni nodi della legge approvata al Senato da modificare in senso garantista e a protezione delle parti coinvolte: mi riferisco alle questioni inerenti alimentazione e idratazione, al ruolo del medico e della famiglia, oltre che alla battaglia sui principi di autodeterminazione del paziente”.
L’auspicio di Saro è chiaro: “Mi auguro che vengano create le condizioni indispensabili per approvare un provvedimento che tenga conto di tutte le posizioni, sia dei credenti che dei non credenti, aperto a tutta la società e in cui tutti i cittadini possano riconoscersi indipendentemente dalle proprie posizioni personali di natura ideologica e/o confessionale”.
Quello che Saro si augura nella costruzione dello scenario futuro sul fine-vita è una legge veramente “garantista, non condizionata, e per questo in grado di rappresentare tutte le istanze della società che egualmente vanno tenute in debita considerazione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©