Politica / Napoli

Commenta Stampa

Le dichiarazioni in tempo reale

Il Sindaco de Magistris ospite della Julie

Segui l'intervista stasera su Julie Italia

Il Sindaco de Magistris ospite della Julie
12/07/2013, 14:55

Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris è ospite del programma "Sotto Torchio", in onda stasera alle 22.30 su Julie Italia (CH 19). Ecco in esclusiva un'anteprima delle sue dichiarazioni:

15.07 De Magistris: “Quel momento dell’elezione è stata una vittoria per la mia vita”.

15.09 De Magistris su collocazione data al fratello Claudio: "Abbiamo cambiato il modo di intendere le cose politiche, mi sono avvalso sin dall’inizio di persone di cui mi fidavo. E’ mio fratello, ma con la sua storia e la sua professionalità".

15.12 De Magistris su collocazione data al fratello Claudio: "Collabora a titolo gratuito e questa è una scelta rivoluzionaria. Mi è costato perché ho avuto difficoltà nel rapporto con mio fratello per polemiche ingiuste".

15.13 De Magistris su risultati raggiunti: "Ho fatto sicuramente tanti errori. Chi lavora tantissimo sbaglia. Ho ridato però orgoglio alla nostra città e questo è il risultato migliore che ho raggiunto".

15.14 De Magistris su risultati raggiunti: "Partecipare attivamente alla campagna per le politiche da Sindaco è stato un errore. Ho dato l’impressione di sottrarre tempo alla mia città".

15.18 De Magistris su Bassolino: "La sua Amministrazione ci ha lasciato un disastro. Bassolino all’inizio è stato un Sindaco che ho votato con convinzione; ora so cosa ci ha lasciato. Come può parlare? Nella vita politica ci vuole onestà intellettuale: lui è una delusione profonda".

15. 21 De Magistris su rapporto con Caldoro: "Voglio chiarire il tipo di rapporto con Caldoro: ho una simpatia umana. Il rapporto istituzionale è forte. Politicamente ci sono differenze, come sul trasporto pubblico, sul depauperamento della sanità, sulle politiche sul lavoro. Non ci sarà mai una contrapposizione istituzionale con lui".

15. 23 De Magistris su Ingroia: "Con Ingroia il rapporto è antico, veniamo dalla Magistratura, indagando poteri criminali insidiosi. Oggi c’è distanza. Ho sottolineato che ha fatto un errore a schierarsi in politica. Per i prossimi tre anni io stesso non mi candiderò e mi dedicherò alla città di Napoli. Non seguirò nessun progetto per i prossimi tre anni".

 

15. 24 De Magistris su situazione economica: "I cittadini non sono contenti: accade perché non ci sono soldi. Per due anni abbiamo governato senza soldi. Ci hanno lasciato un miliardo di debiti e Napoli era sul baratro. Abbiamo deciso di non farla fallire. Abbiamo salvato Napoli. Stiamo salvando tutte le proprietà partecipate, con le nostre battaglie politiche abbiamo ottenuto dei fondi. Stiamo per iniziare a vedere il sole".

 

15. 30 De Magistris su recupero fondi per la città: "Non ci saranno ricadute. Vorremmo ottenere altri 200 milioni che andranno in cassa per migliorare i servizi. Ieri abbiamo approvato una delibera sotto il tetto del 50% del personale. Stiamo lavorando per salvare Napoli. Per alcuni mesi non ho voluto far preoccupare i napoletani".

 

15. 32 De Magistris su rifiuti: “Non si può pensare che Napoli sia cambiata. Sui rifiuti abbiamo vinto delle battaglie, la guerra non è ancora finita. Il bilancio si fa alla fine”.

15. 33 De Magistris su sicurezza in città: “Della sicurezza non se ne occupano i Sindaci. Ma anche se il Sindaco non ha responsabilità sulla sicurezza, io assumerò un atto senza precedenti nei prossimi giorni”. 

15. 36 De Magistris sull’intervento della criminalità organizzata: "Non ho mai sostenuto che il dissenso provenga dall’azione della criminalità organizzata. Non c’è dubbio però che si sono messe in campo attività d’ostacolo politiche e criminali. Ad esempio su provvedimenti scolastici come la refezione; hanno cercato di farci andare in emergenza rifiuti; minacce ai commercianti per partecipare alla serrata".

15. 40 De Magistris su Napoli: "Napoli avrebbe bisogno del Piano Marshall. La situazione è drammatica e preoccupante".

15. 42 De Magistris su Ztl: "I blocchi di Piazza Sannazzaro e via Acton sono stati un errore per la Ztl".

15. 44 De Magistris su abusivismo: "Ho la sensazione che certe volte le forze dell’ordine percepiscano il parcheggiatore abusivo e il venditore abulante come attività non gravi. Bisogna dare diritti ma anche doveri. Si deve trovare un equilibrio. Personalmente ho aspettato venti minuti sul lungomare per vedere la presenza di un componente delle forze dell'ordine; questo è intollerabile".

15. 50 De Magistris su Bassolino: "Non ho paura di Bassolino. Da Sindaco non ne ho alcun timore; mi piacerebbe averlo come competitore".

15. 51 De Magistris su secondo rimpasto: "Non ho bisogno di affiancarmi ad altri uomini di giustizia, ci sono già io". 

15. 53 De Magistris su Narducci: "Venivamo entrambi dalla Magistratura: rimasi colpito quando mi disse che vedeva con entusiasmo questa nuova stagione politica. Il mio errore è stato proporgli di fare l’Assessore: per come interpreta il ruolo, non era la persona più adatta per questo compito. Era un rigido che cozzava con il buon andamento della Pubblica Amministrazione".


15. 57 De Magistris su lungomare liberato: “Le pedonalizzazioni vanno bene, ma ci sono dei problemi. Dobbiamo salvaguardare il progetto, d’intesa con commercianti e residenti. Da settembre migliorerà anche il servizio pubblico. Mi piace il messaggio sociale di quel lungomare: Napoli si deve contaminare, ha troppi compartimenti stagni".

16.00 De Magistris su stadio San Paolo e Aurelio De Laurentis: "Abbiamo una personalità e un carattere vivaci, un rapporto personale buono, che fa bene alla città. Abbiamo assunto l’impegno di saldare il credito-debito tra il Comune e la S.S.C. Napoli e realizzare lo stadio. Napoli ha bisogno di uno stadio: o si costruisce da un’altra parte oppure dobbiamo ristrutturare lo stadio San Paolo. Io sono fiducioso". 

 

16. 02 De Magistris su sport: “Nonostante il momento di crisi abbiamo investito molto sullo sport. Non è effimero, riunisce le fasce popolari, dà alternative ai giovani e tanto altro. Si stanno unendo fondi pubblici con fondi privati”.

16. 05 De Magistris su errore comunicazione: "Non sono stato molto presente in televisione. Questo è stato un grave errore: in tv i cittadini ascoltano la voce del Sindaco, sicuramente non passeranno altri due anni prima che torni in televisione". 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.