Politica / Politica

Commenta Stampa

Il Sindaco di Fondi nella casa dei 'Giovani con futuro'


Il Sindaco di Fondi nella casa dei 'Giovani con futuro'
15/04/2013, 16:17

Riunione straordinaria quella di ieri sera, martedì 9 Aprile, presso la sede dell’Associazione di promozione sociale “Movimento Giovani con Futuro”. Era infatti presente anche il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo, la cui partecipazione certifica la bontà di un lavoro certosino svolto sin dalla nascita da tutti i membri dell’associazione. In tutto circa 100 ragazzi, tra associati e simpatizzanti, compreso rappresentanti di diverse associazioni culturali e sportive, che hanno voluto non mancare all’appuntamento e testimoniare anche un diffuso malcontento giovanile.

«Purtroppo non ho vere e proprie soluzioni da prospettarvi – ha spiegato il primo cittadino – ma nonostante tutto sia fermo a livello di governo centrale qualche iniziativa c’è e va sfruttata. A partire dai due “PUA”, Piano di utilizzo aziendale e Piano di utilizzo degli arenili, per finire ai tirocini di formazione retribuiti e ai finanziamenti a fondo perduto alle PMI previsti dal Progetto Plus per i quali a breve saranno pubblicati i relativi bandi di concorso. Sono molto contento anche del progetto che mi avete sottoposto, “Un sindaco per amico”, col quale cercherò di avere un rapporto migliore coi social network e più diffuso con tutti coloro che avranno domande da pormi».

La riunione è andata avanti per circa tre ore, con un dibattito finale animato da alcune persone presenti molto attive soprattutto nel panorama culturale e sociale della città e che stanno cercando di darsi da fare per smuovere le acque di un territorio troppo spesso autoreferenziale. Il Presidente del Movimento Giovani con Futuro, Ing. Marco Tribuzio, si è detto «onorato di ospitare il Sindaco della città di Fondi, ma al tempo stesso spronato a confrontarsi su tutto ciò che non va nella politica, nel senso puro di amministrazione della vita sociale di una città, invitando a partecipare ai prossimi incontri tutte le associazioni della città, in modo da creare sinergie e collaborazioni utili e indispensabili per la crescita della comunità».

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©