Politica / Regione

Commenta Stampa

A sostenerlo proprio il Governatore della Regione

“Il vero limite della Sardegna? I sardi”


“Il vero limite della Sardegna? I sardi”
18/02/2010, 22:02

Terra bellissima ma con un limite, i suoi abitanti. Protagonista di quella che sembra una scontata battuta, la Sardegna, etichettata come regione bellissima rovinata però dagli stessi “sardi”.
E quanti si aspettano che questa affermazione porti la firma del leghista di turno, rimarranno sorpresi nello scoprire che a pronunciare questa frase è stato niente meno che il Presidente della regione Sardegna.
Si tratta infatti di un frammento di un'intercettazione allegata agli atti dell'indagine sui rapporti tra il coordinatore del Pdl, Loris Veridini, e l’imprenditore toscano, Riccardo Fusi.
I due, durante una conversazione telefonica, si salutano e parlano dei propri impegni. Poi il politico presenta al suo interlocutore la persona che gli sta vicino, proprio il Governatore della Sardegna, Ugo Cappellacci. Dopo uno scambio di saluti e presentazioni tra quest'ultimo e Fusi, l'imprenditore dichiara di apprezzare la bellezza della terra sarda, ripetendolo a telefono per ben due volte ma specificando poi: “Io sono innamorato di quella terrà lì. Un po' meno dei sardi”. A sorpresa, il presidente Cappelletti si mostra d'accordo con Fusi, e anzi, calcando anche un po' la mano nella sua risposta, dice: “Guarda... sfondi una porta aperta... perché ho la consapevolezza del vero grande limite della Sardegna: noi sardi”.
Vista la sua convinzione forse a Cappellacci converrebbe... cambiare residenza

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©