Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Corriere.it e Santoro usano Internet per parlare di politica

Il web come antidoto alla par condicio


Il web come antidoto alla par condicio
12/03/2010, 09:03

La Rai quest'anno, per la prima volta ha trasformato la legge sulla par condicio in un regolamento repressivo, chiudendo tutte le trasmissioni che abitualmente si occupano di politica come Annozero, Ballarò ecc.; tramite l'Agcom lo stesso è stato imposto agli altri canali televisivi. Ma non esiste alcun modo di trasferire questo bavaglio sulla Rete. E così sono state allestite due iniziative diverse. Da una parte dei faccia a faccia, organizzati dal Corriere.it, tra politici, con Enrico Mentana come moderatore. Sono già iniziati anche se il palinsesto non è definito per intero, e viene aggiornato quotidiamente.
D'altra parte c'è stato Michele Santoro che ha riunito tutti gli "scontenti" della Rai - la sua redazione, Giovanni Floris, ecc. - per una serata, che verrà trasmessa via web su un sito apposito, il 25 marzo, cioè il giovedì prima delle elezioni, dal PalaDozza di Bologna.
Queste sono le iniziative più grandi, ma non sono le uniche. Infatti, anche piccole realtà consentono di assistere a faccia a faccia tra i rappresentanti della politica nazionale. Per esempio il nostro sito, che offre la trasmissione "Mosaico", nella quale si assiste al confronto tra i politici impegnati nella campagna elettorale locale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©