Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Stamane l'audizione alla Camera

Ilva, Bondi: "Nel 2014 rinegoziare Cig e solidarietà non solo a Taranto"

Ronchi: "Nuovo dl consente la salvaguardia dei lavoratori"

Ilva, Bondi: 'Nel 2014 rinegoziare Cig e solidarietà non solo a Taranto'
27/12/2013, 14:28

Stamane la Commissione Ambiente della Camera, nell’ambito dell’esame in sede referente del D.L. 136/2013 C. 1885 Governo, recante disposizioni urgenti dirette a fronteggiare emergenze ambientali e industriali e a favorire lo sviluppo delle aree interessate, ha svolto alcune audizioni informali. Tra le persone ascoltate il commissario straordinario dell'Ilva Enrico Bondi. “Ricordo che nel 2014 dovremo rinegoziare la cassa integrazione e la solidarietà per diversi stabilimenti, non solo per Taranto'', spiegando che a Genova si tratta di 700 lavoratori e a Taranto di 2.400 persone in solidarietà ma che servono ammortizzatori anche per altri interventi minori.
E proprio il decreto in discussione a Montecitorio, che interviene sulla normativa per l'Ilva ma anche sulla Terra dei Fuochi. “Tale decreto - ha sottolineato il subcommissario Edo Ronchi - ci aiuta a fare risanamento ambientale cercando di salvare i posti di lavoro'', ed ha precisato ''ci siamo scontrati con procedure di autorizzazione troppo lunghe per il rispetto delle scadenze dell'Aia e circa 40 interventi significativi previsti con le procedure attuali non sarebbero in grado di essere attuati''.
Per questo, ha detto Ronchi, ''abbiamo sollecitato il governo a intervenire in diverse riunioni tecniche. Lo stabilimento di Taranto è  ampiamente a norma sul fronte delle emissioni di Pm10 e Pm2.5, così come per il benzopirene, il cui limite è fissato a 1 nanogrammo. Ovviamente si può fare più e meglio ed è quanto potrà avvenire con l'attuazione delle prescrizioni dell'Aia del prossimo anno".
"Adesso – ha concluso - siamo pronti a partire con numerosi cantieri e questo determina un fabbisogno di liquidità consistente a partire dal 2014".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©