Politica / Politica

Commenta Stampa

"C'è bisogno di un serio progetto di riqualificazione"

Ilva,scontro Sindacati-Governo:"Bonifiche, nessuna risposta"


Ilva,scontro Sindacati-Governo:'Bonifiche, nessuna risposta'
07/11/2012, 19:32

TARANTO – “Ancora una volta le esitazioni e le lentezze possono rivelarsi fatali per il nostro territorio che attende legittimamente risposte adeguate e tempestive per poter avviare un serio progetto di riqualificazione”. Lo sottolineano in una nota i segretari territoriali di Taranto di Cgil, Cisl e Uil - Luigi D'Isabella, Daniela Fumarola e Giancarlo Turi - che si sono riuniti per “una valutazione congiunta sullo stato di crisi del polo siderurgico e sulle possibili evoluzioni”. I provvedimenti approntati dal governo, a cominciare dal “decreto per Taranto”, secondo i sindacati, “necessitano, per la parte riguardante le bonifiche, di ulteriori adempimenti amministrativi per diventare pienamente esecutivi. Al momento, infatti, non si è ancora provveduto a formalizzare - aggiungono - la nomina del “Commissario Straordinario” per la gestione degli aspetti relativi alla bonifica dei siti inquinati nelle aree urbane che, di fatto, inibisce anche l'avvio di una qualunque attività programmatica”. L'accordo di programma per la rivisitazione e la riorganizzazione del “Sito di interesse nazionale” (Sin) di Taranto “è condizionato - precisano i segretari di Cgil, Cisl e Uil - dall'assenza della figura commissariale”. Quanto ai problemi di carattere sanitario, alla luce dei risultati relativi al Progetto “Sentieri”, le organizzazioni confederali fanno presente che “nonostante le ripetute sollecitazioni a predisporre interventi mirati sia nelle fasi di prevenzione (sorveglianza sanitaria) che di cura delle patologie più gravi ed insidiose (potenziamento e/o istituzione di presidi sanitari e socio-sanitari) nulla è stato fatto in fase di trasformazione del decreto”.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©