Politica / Politica

Commenta Stampa

"C'è la necessità di affrontare il tema con determinazione"

Immigrazione, Letta: importante concetto solidarietà europea

Premier: l'Italia è un gran Paese e fa la sua parte

Immigrazione, Letta: importante concetto solidarietà europea
25/10/2013, 19:15

BRUXELLES -  In conferenza stampa a Bruxelles, il premier Enrico Letta dichiara compiaciuto: "L'Unione Europea affronta finalmente, dopo tanti anni e tanta disattenzione, il dramma del Mediterraneo", sull'immigrazione "le conclusioni" del vertice Ue "sono sufficienti rispetto alle aspettative che avevamo".  "E' importante - sottolinea il presidente del Consiglio italiano - che sia stato incorporato il concetto di solidarietà, che non era scontato" ed è "per noi fondamentale il fatto che si sia raggiunto il risultato di considerare il tema come europeo, non solo maltese, italiano o dei paesi del Mediterraneo. La tragedia di Lampedusa chiama in causa l'intera Unione Europea e le conseguenze dovranno essere assunte a livello europeo".

Letta ricorda che le conclusioni come il rafforzamento di Frontex arriveranno con il Consiglio europeo di dicembre, mentre a giugno verranno affrontati i temi giuridici come l'asilo. "L'aspetto operativo", spiega il presidente del Consiglio, è che "il Consiglio Ue ha rafforzato il compito della task force che ieri ha cominciato a operare. C'è la necessità di affrontare il tema con determinazione. Il Consiglio dei ministri degli Interni si riunirà tra alcune settimane" e "al Consiglio Ue di dicembre saranno presentate le conclusioni operative, le proposte su Frontex e sull'attività di salvataggio in mare".

"Ho detto a tutti i partner europei che l'Italia è un grande Paese e che la nostra parte la facciamo a prescindere. L'operazione 'mare nostrum' sta lì a dimostrarlo. Io - aggiunge Letta - non ho voluto infilare l'Italia in singole rivendicazioni, non è questione che si può affrontare con un approccio di piccolo cabotaggio. L'Italia farà la sua parte ma chiede il massimo impegno al più alto livello".

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©