Politica / Regione

Commenta Stampa

Impegno parla alla direzione nazionale del Pd: "Valutare con cautela i possibili rapporti con de Magistris"


Impegno parla alla direzione nazionale del Pd: 'Valutare con cautela i possibili rapporti con de Magistris'
06/06/2011, 17:06

"La vittoria di de Magistris non copre la sconfitta del Partito democratico che, rispetto alla somma delle preferenze raccolte da Ds e Margherita nel 2006, perde circa 100mila voti. Per questo il Pd, a livello locale, va rifondato: bisogna ricominciare con umiltà coinvolgendo chi non è stato protagonista degli ultimi anni, aprendo a forze nuove che vadano oltre le componenti. Solo così sarà possibile giungere alle prossime politiche con un partito sano e vivo". E’ quanto dichiarato da Leonardo Impegno nel corso della direzione nazionale del Pd che si è riunita oggi a Roma per l’analisi del voto delle amministrative.

"De Magistris - continua Impegno - vince perché ha parlato chiaro rompendo vecchi schemi ma anche perché il centrodestra locale è privo di cultura di governo e, soprattutto, per le politiche nazionali di un governo sbilanciato sulla Lega che ha penalizzato il Sud. La complessità della situazione mi spinge, quindi, a valutare con cautela i possibili rapporti del Pd con il nuovo sindaco che non possono che partire dalla necessità di costruire un patto politico-programmatico per Napoli. Se c’è bisogno di prendere tempo, quindi, è meglio prenderselo perché, come dice Bersani, c’è davvero molto da fare per Napoli e per il Mezzogiorno".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©