Politica / Politica

Commenta Stampa

La preoccupazione del cardinale per l' imposta

Imu, Bagnasco: “Grave se le scuole cattoliche dovessero chiudere”

Angosciato per la mancanza di contributi

Imu, Bagnasco: “Grave se le scuole cattoliche dovessero chiudere”
30/11/2012, 14:52

ROMA –  E’ ancora polemica per il pagamento dell’Imu da parte delle attività ecclesiastiche, a sfondo sociale. Si dice preoccupato  il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, rispetto alle scuole cattoliche che hanno dichiarato di non essere in grado di pagare la tassa. “Sarebbe molto grave se dovessero chiudere, in quanto si tratta di attività già in passivo. Rappresentano  un servizio che sgrava lo Stato da oneri rilevanti”, dice. Per il cardinale la preoccupazione maggiore c’è, soprattutto, per la mancanza di contributi.

Bagnasco ha, inoltre, manifestato preoccupazione anche per la situazione di difficoltà in cui versano molti ospedali cattolici. “Dietro la crisi dell'ospedalità cattolica – specifica - ci sonno tantissime persone e le rispettive famiglie: spero che, attraverso una maggiore attenzione e l'approfondimento delle diverse situazioni, se ne possa uscire”.

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©