Politica / Politica

Commenta Stampa

Sono nove le ipotesi

Imu, il ministro Saccomanni è a lavoro

PdL insorge contro il Ministro: "L'Imu va abolita e basta"

Imu, il ministro Saccomanni è a lavoro
09/08/2013, 10:37

ROMA - Sono nove le ipotesi su cui è a lavoro il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni, per revisionare l’Imu. La sua abolizione sulla prima casa, proposta del Pdl,­­­­ che vale ben 4 miliardi di euro per lo Stato, avrebbe un effetto regressivo, il cui beneficio gioverebbe solo ai contribuenti più ricchi. Cancellare invece solo la prima rata di giugno, che è stata già sospesa, costerebbe una perdita di circa 2,4 miliardi.
Secondo il Ministro dell’Economia le soluzioni migliori potrebbero essere l'introduzione di una "Service tax" (esenzione dall’Imu per la prima casa, l’abolizione della maggiorazione della Tares e rimodulazione della Tares sui servizi indivisibili) e l'attribuzione di poteri di scelta ai Comuni. Esse sono le uniche ipotesi con alta efficienza.
Queste ipotesi, però, hanno subito provocato la reazione del Pdl: “Non si può più parlare di ipotesi , l’Imu va abolita” – tuona il vice presidente del Senato, Maurizio Gasparri su Twitter. “Via a proposte chiare e utili per l’economia” – continua il capogruppo alla Camera, Renato Brunetta.
Sono con il Ministro, invece, il Pd e Scelta civica, che mostrano apprezzamento per il suo lavoro.
Il deputato del Pd, Matteo Colaninno, dichiara che "il documento reso pubblico dal ministro Saccomanni è l'occasione per arrivare velocemente alla soluzione definitiva: dopo cabine di regia e incontri bilaterali possiamo finalmente accelerare ricercando un compromesso", trovando sulla stessa linea anche il portavoce di Scelta Civica, Benedetto Della Vedova: "L'abolizione dell'Imu è una scelta irrazionale e regressiva".

Commenta Stampa
di Francesca Galasso
Riproduzione riservata ©