Politica / Parlamento

Commenta Stampa

IN ARRIVO L'EUROPACCHETTO, REATO CLANDESTINITA' GIA' IN BILICO?


.

IN ARRIVO L'EUROPACCHETTO, REATO CLANDESTINITA' GIA' IN BILICO?
22/05/2008, 19:05

Immigrazione infinito rebus. L’accordo odierno dei Ventisette a Bruxelles può intaccare il pacchetto Sicurezza?

Forse. L’accordo obbliga le autorità nazionali a scegliere tra legalizzare il soggiorno dei clandestini oppure a procedere alle espulsioni.

Queste sono previste su base volontaria. Ma in caso di resistenza si potrà procedere ad allontanamenti forzati. Gli immigrati illegali potranno essere detenuti fino ad un periodo massimo di sei mesi che in certi casi possono prolungarsi di altri 12, fino a un anno e mezzo. Il prolungamento è previsto nel caso di rischio di fuga o di ritardi nell’ottenimento dei documenti necessari da parte dei paesi terzi. Stando dunque a quello che riferisce la presidenza slovena di turno Ue, per logica, non ci sarebbe spazio per il reato di immigrazione clandestina. Non per la carcerazione almeno. Molti, detenuti compresi, tirerebbero un sospiro di sollievo.

La proposta deve comunque essere approvata dall’Europarlamento.

E le misure contenute nel pacchetto sulla sicurezza – italiano - che riguardano politiche comunitarie, dovranno essere notificate alla Commissione Ue che le valuterà “molto attentamente”, per verificare la loro compatibilità con le leggi europee.

“Siamo sicuri che l’Italia notificherà le misure - ha detto il portavoce della Commissione Ue, Friso Roscam-Abbing, riferendo che ad oggi non è stato ricevuto nulla -. In particolare, le misure che riguardano la direttiva sulla libera circolazione ci devono essere inviate al più presto. Se l’Italia non lo farà, potrà incorrere in una procedura d'infrazione”, ha poi precisato.
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©