Politica / Napoli

Commenta Stampa

In Commissione Ambiente l’inquinamento e l’impatto ambientale dei parcheggi a Napoli


In Commissione Ambiente l’inquinamento e l’impatto ambientale dei parcheggi a Napoli
13/12/2011, 16:12

La Commissione Ambiente, presieduta da Carlo Attanasio, ha riunito oggi comitati civici e ambientalisti della zona del Vomero e dell’Arenella con i due Assessori all’Ambiente, il Vice Sindaco Sodano, e alla Mobilità, Anna Donati, per trattare dell’inquinamento e dell’impatto ambientale dei parcheggi previsti dal Piano Urbano, programmati o in via di realizzazione.
Forte preoccupazione ha espresso il presidente Attanasio, aprendo la riunione, sia per l’aumento dell’inquinamento da traffico veicolare, al quale si aggiungono le emissioni dell’inceneritore di Acerra, che per l’impatto ambientale di alcuni parcheggi previsti dal Piano Urbano Parcheggi. In particolare, quello di Piazza Vittoria (che comporterebbe l’abbattimento di alberi secolari) e, al Vomero, quelli di Via Altamura e di Via De Bustiis che inciderebbero su una zona già fortemente penalizzata, anche dal punto di vista idrogeologico. Numerose le rappresentanze di associazioni e movimenti presenti alla riunione: Comitato Civico Vomero Arenella, Napoli Punto a Capo, Assoutenti di Napoli, Comitato Colli Aminei, Comitato San Martino, Movimento 5 Stelle.
Sul problema dell’inquinamento e delle centraline dell’Arpac è stato ribadito che le stesse sono collocate in modo sbagliato e che molte non sono funzionanti. Dati raccolti e confrontati dal Comitato Civico Vomero Arenella, riferiti in commissione, segnalano la mancanza di rilevazioni, per dicembre, di oltre il 40% e un effettivo superamento delle soglie di attenzione per ben 72 giorni nel corso dell’ultimo anno. I consiglieri intervenuti – Vernetti, Marco Russo, Schiano – hanno sottolineato l’opportunità di privilegiare la costruzione di parcheggi di interscambio per alleggerire il traffico, l’opportunità di dotare le sedi comunali di impianti che le rendano autonome dal punto di vista energetico, la pericolosità dei roghi notturni. Sull’adeguamento dei Regolamenti edilizi alla normativa che incentiva le energie rinnovabili ha parlato il presidente della Commissione Mobilità, Formisano, che ha tra l’altro ha riportato dati nazionali secondo i quali meno del 25% dei Comuni si è mosso in tal senso, e soprattutto al Nord.
Sul problema dei parcheggi, da parte delle associazioni e comitati presenti è stata espressa la contrarietà alla costruzione dei nuovi parcheggi che, tranne per quelli strettamente per i residenti, finiscono per incentivare l’uso delle auto private. E’ stata anche sottolineata la concentrazione dei 13 progetti residui dell’originario Piano Parcheggi proprio nella zona del Vomero e Arenella e la necessità di modificare le uscite della Tangenziale di Via Cilea e di Capodimonte per alleggerire il traffico veicolare sulla zona.
Il Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente Sodano ha concordato sull’inaffidabilità dei dati forniti dall’Agenzia regionale per l’ambiente, alla quale è stata chiesta la manutenzione delle centraline, ora in corso, ed ha anticipato la prossima firma di una convenzione con l’università per arricchire i dati di rilevamento e confrontarli con quelli Arpac. L’attenzione dell’Amministrazione è concentrata sulla realizzazione di interventi per la mobilità – che non devono rientrare, come è stato richiesto al Presidente del Consiglio Monti - nei limiti del Patto di Stabilità. Con le risorse attualmente disponibili, saranno dotati di pannelli solari un deposito Metronapoli e le restanti 27 scuole del progetto già approvato.
L’Assessora alla mobilità Donati, da parte sua, ha ricordato che l’Amministrazione, proprio tenendo conto delle preoccupazioni già espresse da comitati e movimenti cittadini, non ha finora autorizzato nessun nuovo parcheggio e che i parcheggi programmati sono quelli già approvati in via definitiva, con procedure commissariali che, tra l’altro, consentivano deroghe anche al Piano regolatore. Anche su questi, però, la Giunta comunale sta portando avanti un approfondimento e sta verificando lo stato dei progetti. Una apposita delibera - che sarà portata all’attenzione del Consiglio – individuerà, quindi, quelli che vanno portati avanti. L’orientamento della Giunta, in generale, è quello di privilegiare due tipologie di parcheggi, e cioè quelli piccoli per i residenti e quelli grandi di interscambio, per consentire il miglioramento della qualità dell’aria grazie ad una mobilità sostenibile.
Il confronto dunque continuerà, come ha detto il presidente Attanasio in conclusione: c’è un forte allarme dei cittadini sulle questioni ambientali alle quali peraltro, e questo è un dato confortante, l’Amministrazione dedica la massima attenzione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©