Politica / Politica

Commenta Stampa

In politica c'è ancora chi rinuncia ai soldi in nome dei valori


In politica c'è ancora chi rinuncia ai soldi in nome dei valori
18/03/2013, 16:30

Domani, 19 marzo alle 9,30, presso l'auditorium dell'Oasi del Santissimo Sacramento in via Tironi di Moccia, si terra' l'ultima tappa delle Olimpiadi della Legalità, l'iniziativa promossa dall'associazione "Antonio e Ciro Buonajuto" riservata agli alunni delle ultime classi di cinque istituti superiori di Ercolano, Portici e Torre del Greco. gli studenti incontreranno il parroco anticamorra, don Luigi Merola ed il consigliere comunale di Ercolano Ciro Buonajuto per un seminario sul tema "Rispetto del ruolo e delle sue funzioni". Nei precedenti appuntamenti, i ragazzi dell'istituto Nitti di Portici, del Liceo Scientifico Silvestri di Portici, dell'istituto Tilgher di Ercolano, del Nautico di Torre del Greco e dell'istituto Degni di Torre del Greco hanno avuto incontri e dibattiti con Forze dell'ordine, esponenti dell'associazionismo come don Tonino Palmese e magistrati in prima linea contro la criminalità organizzata come il pm della Dda di Napoli Catello Maresca. L'iniziativa delle Olimpiadi della Legalità si concluderà il 23 maggio con la consegna di quindici borse di studio: "Saranno premiati con il pagamento dell'iscrizione e della prima rata delle tasse universitarie gli studenti che presenteranno i migliori elaborati sul tema della Legalità - spiega Ciro Buonajuto, che finanzia l'iniziativa con i gettoni di presenza ricavati dalla sua attività di consigliere comunale ad Ercolano -. Si tratta di un progetto che ha coinvolto centinaia di ragazzi a discutere di valori importantissimi come Legalità e rispetto delle regole". La prof.ssa Carmen Lopez, presidente della associazione, aggiunge:" in un momento in cui i cittadini sono lontani dalla politica, l'esempio di buonajuto che rinuncia agli emolumenti e li investe in legalità e nei giovani e un grandissimo segnale di rinnovamento".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©