Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Matteolli:"Apprezzo il suo gesto"

Inchiesta G8, si è dimesso Angelo Balducci


Inchiesta G8, si è dimesso Angelo Balducci
25/02/2010, 17:02

NAPOLI -  Appalti per la gestione dei lavori collegati ai G8 della maddalena e gestione della ricostruzione delle città abruzzesi devastate dal terremoto. Erano questi due degli importanti incarichi che, Angelo Balducci, presidente del Consiglio dei lavori pubblici, avrebbe dovuto portare a termine con perizia ed enorme cautela.
Dopo il suo arresto partito dall'inchiesta della Procura di Firenze ora smistata ai pm di Perugia, Balducci ha così deciso di inviare un telegramma al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli per rassegnare le dimissioni. Nella nota di risposta si legge che il ministro ha "apprezzato il gesto ed augura all'ingegner Balducci che possa chiarire al più presto la sua posizione in merito alle contestazioni della magistratura".
In realtà, dato il contenuto delle intercettazioni e l'enorme incremento delle spese sia per quanto riguarda i lavori alla Maddalena che la ricostruzione in Abruzzo, sembrerebbe proprio che l'oramai ex presidente del Consiglio dei lavori pubblici abbia ben poche cosa da poter chiarire. Fa amaramente sorridere, in ultimo, l'apprezzamento (seppur spinto da formale necessità) arrivato dal ministero delle Infrastrutture per delle dimissioni che, francamente, sarebbero dovute arrivate molto tempo prima.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©