Politica / Regione

Commenta Stampa

Nel 2009, 132 vittime sul territorio campano

Incidenti stradali: la Provincia firma l'intesa con l'Ania


.

Incidenti stradali: la Provincia firma l'intesa con l'Ania
20/12/2010, 18:12

NAPOLI - Contrastare l'incidentalità stradale e ridurre la mortalità nella provincia partenopea. Sono questi gli obiettivi del Protocollo d'Intesa siglato oggi tra la Provincia di Napoli e la Fondazione Ania per la sicurezza stradale, la onlus nata per volontà delle compagnie di assicurazione allo scopo di tutelare la vita degli automobilisti.
Nel 2009, dicono i dati, sul territorio provinciale sono morte ben 132 persone. Un trend, in leggero peggioramento rispetto al 2008 che "non deve far abbassare la guardia, ma deve stimolare a fare di più in termini di prevenzione".
 "Il protocollo che siamo andati a firmare oggi” – ha detto il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro – “rientra appieno nelle priorità che ho voluto per la mia amministrazione. Credo che nei miei primi 500 giorni di gestione, la Provincia di Napoli abbia ampiamente provveduto a migliorare una situazione stradale quanto mai critica".
Tra le azioni compiute dalla provincia, la riapertura un mese fa di assi viari chiusi da oltre 22 anni nella zona di Pomigliano D’Arco. In questo modo, ha aggiunto Cesaro, 300 mila persone possono transitare in modo più sicuro e più veloce”. Nel prossimo futuro, poi, sono previste altre iniziative dello stesso genere. "Strade più sicure vogliono dire migliore economia, migliore qualità della vita, migliore utilizzo delle risorse. E la Provincia è pienamente proiettata a garantire il raggiungimento di questi obiettivi", ha concluso il presidente Cesaro.

Commenta Stampa
di Paola Picilli
Riproduzione riservata ©

Correlati