Politica / Regione

Commenta Stampa

Incontro Amendolara, delegazione pescatori: “dall'Europa bandi per quasi 50 milioni di euro”


Incontro Amendolara, delegazione pescatori: “dall'Europa bandi per quasi 50 milioni di euro”
24/01/2012, 17:01

Il consigliere del presidente Caldoro per l’Agricoltura Vito Amendolara ha incontrato questa mattina una delegazione di pescatori per affrontare le questioni che hanno portato allo stato di agitazione del settore.

Alla riunione hanno partecipato anche i rappresentanti di Unci Pesca, Impresa Pesca di Coldiretti, Lega Pesca, Federcopesca e Associazione Marinerie d’Italia.

Nel corso dell’incontro si è discusso dei temi legati al costo del gasolio, che incide ormai per il 60% sulle spese di gestione della barca, alle norme europee per la pesca a strascico e per le draghe idrauliche, per le quali la Regione ha chiesto una deroga, agli orari di apertura dei mercati, e all’avvio del progetto “Miglio Zero”.

“Per il caro gasolio, che così duramente colpisce i pescatori campani, la Regione interverrà presso il premier Monti per portare la questione a livello nazionale.”

Così Amendolara al termine dell’incontro. “Mi attiverò rapidamente altresì – ha aggiunto - per sapere a che punto è la richiesta di deroga della Campania, deroga che, tra l’altro, è già stata concessa ad altre regioni come la Liguria, la Sicilia e la Calabria.

“Sugli orari dei mercati ittici, non escludiamo che, d’intesa con l’assessore alle Attività produttive Vetrella, si possa trovare un punto di incontro per modificarli. Sempre per quanto riguarda i mercati, a breve organizzeremo un incontro tra il Corpo forestale dello Stato, i Nac e i rappresentanti dei pescatori per chiedere, così come avvenuto per gli agricoltori, maggiori controlli in grado di garantire il rispetto dei lavoratori e la tutela della sicurezza alimentare dei cittadini consumatori.

“Purtroppo stiamo parlando di un settore ancora sottoutilizzato che riuscirà ad essere valorizzato solo dopo l'approvazione, in Consiglio, della legge regionale sulla pesca. Questo deve essere il punto di partenza per poter avviare un discorso serio e costruttivo che inizi a dare legittimità al settore.

“Una grande opportunità arriva dai finanziamenti europei che fanno capo al Fep (Fondo europeo per la pesca). La Regione, a breve, emanerà bandi per circa 40 milioni di euro, a cui aggiungere anche il bando, già pubblicato, per la costituzione dei Gruppi di azione costiera che ha una dotazione finanziaria di poco meno di nove milioni di euro. È un’occasione che non possiamo, e non dobbiamo, perdere. Coinvolgeremo anche le Province, i Comuni e le Camere di Commercio per valorizzare al meglio il settore.

“Infine – ha concluso Amendolara in riferimento al progetto della vendita a <Miglio Zero> - va ribadito che lo stesso, da un lato, valorizza il lavoro dei pescatori trasformandoli in proprietari dei prodotti che vendono e, dall’altro, agevola i cittadini consumatori sul fronte della sicurezza alimentare e dei costi.”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©