Politica / Politica

Commenta Stampa

Riunione in un agriturismo

Incontro M5S, Grillo : “Gli altri si stanno dividendo, no noi”

Il leader: “ Non andrò a L’Aquila”

Incontro M5S, Grillo : “Gli altri si stanno dividendo, no noi”
05/04/2013, 18:40

ROMA - “Andiamo a passare una giornata in allegria, né più né meno”, queste le parole di Crimi alla vigilia dell’incontro di Grillo con i parlamentari del MoVimento.
Parole che vogliono zittire voci di dissenso alimentato dal “Caso Currò” che non risulta essere, a loro dire, l’oggetto principale della riunione, “prevista già da giorni” conferma il capogruppo al Senato.
A rassicurare sullo stato di serenità che aleggia nel MoVimento, ci pensa anche Grillo con il suo intervento: “Non siamo noi che ci stiamo dividendo, sono gli altri”.
Così tuona il leader del MoVimento 5 Stelle, cercando di smorzare i toni su presunte separazioni interne.
“Non mi aspetto totale condivisione nel movimento, è legittimo che qualcuno la pensi in maniera diversa”, questa la replica del leader ai parlamentari del M5S in un agriturismo alle porte della Capitale, location scelta per l’incontro.
Grillo attacca: “Ho detto a Napolitano di darci l'incarico di formare il governo, solo dopo gli faremo un nome per la sua guida. Ora il nome è il Movimento nel suo insieme”, ed ha aggiunto: “Per il Quirinale, dobbiamo arrivare calmi e sereni all'elezione che sarà un Capo dello Stato molto diverso da questo”.
E sui dossier a suo carico: “Fanno dossier e contro-dossier di tutti i tipi contro di me. Io avrei 13 ville in Costa Rica”.
Alla domanda se l’ostinazione del movimento stia suscitando, in qualche modo, il pretesto per formare il governissimo, Grillo ribatte: “No, non gli stiamo fornendo nessun pretesto”, conclude il leader.
E sulla questione Sicilia: “Le cose in Sicilia le abbiamo fatte noi, non è merito di Crocetta”.
Omettere la sfera privata dal social network, questo è un nuovo monito di Grillo ai suoi politici, solo programmi saranno oggetto del blog nel web.E in occasione del tragico anniversario del terremoto de l’Aquila, Grillo specifica: “Non vado a L'Aquila, perché se mi scappa qualche idea viene vanificato tutto”.
Grillo promette nuovi incontri, soddisfatto di questo primo esperimento . 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©