Politica / Napoli

Commenta Stampa

Informativa alla Commissione Scuola sulla refezione scolastica


Informativa alla Commissione Scuola sulla refezione scolastica
06/12/2011, 16:12

La Commissione Scuola, presieduta da Salvatore Pace, ha discusso oggi dello stato della refezione scolastica e della prospettive future con l’Assessora alla scuola Anna Maria Palmieri la quale, supportata dai dirigenti dei servizi comunali competenti (Diritto allo Studio e Gare e Contratti per le Forniture), ha innanzitutto assicurato che anche per la Nona Municipalità – nella quale il servizio da gennaio è a rischio per il venir meno della ditta aggiudicataria – è stata individuata una modalità trasparente e veloce mediante una procedura negoziata con le ditte già partecipanti alla precedente gara. Assicurata la refezione secondo il bando attualmente attivo – che arriva a giugno 2012 –, l’Amministrazione è impegnata a realizzare il cambiamento del “sistema refezione” che vedrà una nuova gara triennale. Questa procedura richiederà almeno 6 mesi e potrà iniziare non appena sarà approvato il nuovo Bilancio di Previsione, si spera a gennaio.
Quanto alla nuova organizzazione, per rispettare l’impegno politico preso di organizzare la refezione rispettando i principi della eco sostenibilità e del rifiuto zero, l’Assessora Palmieri ha comunicato che il capitolato da mettere a gara (già inviato alla Asl per la sua valutazione) prevede che saranno eliminate le vaschette di alluminio in favore di due sistemi diversi: quello da estendere il più possibile, detto dello “scodellamento” e quello, che sarà adottato solo nei casi in cui ci siano condizioni ostative, dell’imballaggio ma soltanto con materiale ecosostenibile. Nel nuovo sistema, sarà chiesto alle ditte partecipanti di fornire, oltre al cibo, anche refezionisti da impegnare presso le scuole.
Nel corso della riunione sono state poste all’Assessora numerose questioni e sono stati chiesti chiarimenti, in particolare dai consiglieri Fucito, Santoro, Vernetti, Aniello Esposito, Frezza. I consiglieri hanno chiesto, nell’ordine, chiarimenti sull’invito fatto alle famiglie dalle scuole della V Municipalità di acquistare kit per la refezione, sul caso segnalato dai giornali di presenza di vermi in una pietanza nella scuola Orazio di Posillipo – caso, ha assicurato l’Assessora, non segnalato, come di dovere, né al Comune né all’Asl -, sulla tracciabilità dei prodotti usati per i pasti, sui criteri con i quali sono stati scelti i 60 bidelli che Napoli Servizi ha fornito su richiesta del Comune e sul caso, da verificare, di un bambino non ammesso a scuola perché i genitori non avevano pagato la quota mensile per la refezione, sul modo con il quale il Comune intende perseguire coloro che, con false o incomplete dichiarazioni, evadono la quota stessa. In generale, i consiglieri e il Presidente Pace hanno sollecitato l’Amministrazione ad avere il massimo di attenzione perché nella nuova procedura siano evitati gli errori commessi precedentemente e siano garantiti il massimo livello di controlli e di trasparenza nelle procedure. La discussione sulla refezione continuerà nei prossimi appuntamenti della commissione già fissati. In ogni caso, il presidente Pace ha sollecitato un percorso condiviso sulla questione refezione che inizi con l’invio alla Commissione della bozza del nuovo capitolato d’appalto per far sì che i consiglieri possano prenderne conoscenza e formulare proposte.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©