Politica / Politica

Commenta Stampa

Il leader di Riv. Civile: "Dialogo con M5s ma senza Grillo"

Ingroia: "Noi profetici, accordo in vista tra Pd e Monti"

"Crozza non mi somiglia, episodio Sanremo da condannare"

Ingroia: 'Noi profetici, accordo in vista tra Pd e Monti'
13/02/2013, 18:29

ROMA – “Siamo stati facili profeti: si sta andando a tappe forzate verso l'accordo per fare un governo tra il centrosinistra e Monti, governo che si muoverà in linea con le politiche adottate da Monti nell'ultimo anno a palazzo Chigi”. Il leader di Rivoluzione Civile, Antonio Ingroia, trae questa convinzione, ospite del dibattito sulle elezioni trasmesso da Google+ su La7, dall'apertura di credito fatta ieri dal premier uscente a Sel e a Nichi Vendola.  “Volevo aprire un confronto con il Pd, ma Bersani e i suoi hanno preferito di no”. Antonio Ingroia in una videointervista al sito del Messaggero conferma che difficilmente si potrà aprire un confronto con il Pd. Il leader di Rivoluzione Civile non esclude invece un dialogo in Parlamento con i grillini. “Credo che una volta in Parlamento ci si possa ritrovare con gli eletti del Movimento, a quel punto liberi dalla ingombrante presenza di Grillo”.

“Non mi somiglia per niente” dice poi Antonio Ingroia bocciando così l’imitazione di Maurizio Crozza. “Non sono pigro - dice il leader di Rivoluzione Civile - anzi, sono iperattivo”. E sulle contestazioni al comico, ieri sera Sanremo, per Ingoria sono da condannare: “E' sempre grave l'intolleranza verso la satira e quanto accaduto ieri è inqualificabile. C'era una claque organizzata. E Berlusconi ne sta approfittando con mezzucci da 4 soldi”.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©