Politica / Politica

Commenta Stampa

Lo sfogo dell’ex pm

Ingroia vs de Magistris: “In politica la lealtà non regge"


Ingroia vs de Magistris: “In politica la  lealtà non regge'
05/03/2013, 16:15

NAPOLI – “Il progetto di Rivoluzione Civile è vivo e, a dispetto del deludente risultato elettorale, andrà avanti”. Antonio Ingroia difende, così, il suo progetto e ufficializza il divorzio dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. “Le nostre strade da oggi si separano – ho capito in queste settimane che in politica lealtà e amicizia non sempre reggono”. Poi l’affondo al primo cittadino partenopeo: “De Magistris è criticato dai cittadini napoletani e mi rendo conto che voglia proteggersi dall'effetto della sconfitta, anche se ne è corresponsabile”.

Ingroia, insomma, non digerisce l'attacco dell'ex collega magistrato: “Non è simpatico condividere delle scelte e poi attribuirle agli altri. Lui era d`accordo su tutte le principali decisioni prese, tra l'altro se non fosse stato d'accordo aveva tutto il tempo per ritirarsi. Se ammettiamo la sua buona fede, allora significa che ha un ricordo non proprio preciso di come sono andate le cose”. E risponde all'accusa mossa di aver calato nomi dall'alto: “Sì, è stato un errore. Peccato che un bel po' di quei nomi li abbia voluti lui”. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©