Politica / Napoli

Commenta Stampa

Insorgenza alla manifestazione di solidarietà dei forconi di Napoli


Insorgenza alla manifestazione di solidarietà dei forconi di Napoli
23/01/2012, 10:01

“Il salasso economico del sud non finisce anzi peggiora: hanno strangolato il piccolo commercio, hanno liberalizzato quello che conveniva alle banche e non hanno minimamento toccate le rendite dell’alta finanza. Napoli ed i napoletani non si riconoscono più nella politica nazionale ed è per questo che lunedì mattina Insorgenza Civile sarà al fianco di tutti i napoletani che scendendo in piazza dimostreranno che è l’ora di cambiare. Napoli - spiega il presidente di Insorgenza, Nando Dicè - si associa alla protesta dei forconi siciliani, aggiungendo le sue motivazioni: questa è la città delle assicurazioni più care d’Europa, l’unica città dove si paga pedaggio per passare da un quartiere all’altro con la tangenziale, l’unica dove si paga l’acqua alle fontane pubbliche nonché una delle città del Sud con il più alto tasso di disoccupazione e di inquinamento, che attende soluzioni e bonifiche da decenni. Siamo stanchi della politica delle banche, della dittatura economica impostaci con la scusa della crisi, di questa politica serva dei poteri forti. Napoli non ha bisogno di ideologie al soldo dei banchieri ma di uomini liberi che si organizzino per riconquistare la propria sovranità per un Sud finalmente libero e non più colonizzato, sfruttato ed offeso quotidianamente”.

Appuntamento dunque lunedì 23 gennaio dalle ore 9 in piazza Garibaldi a Napoli con tutti i cittadini che vorranno manifestare il proprio dissenso sulle misure economiche e anticrisi a danno solo dei meridionali e che vorranno esprimere ai fratelli siciliani la propria vicinanza e solidarietà.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©