Politica / Politica

Commenta Stampa

Sel chiede le dimissioni

Insulti a Vendola, nella bufera assessore Pd di Ferrara


Insulti a Vendola, nella bufera assessore Pd di Ferrara
02/11/2012, 16:35

FERRARA - Sinistra e Libertà dell'Emilia Romagna chiede le dimissioni di un assessore del Pd del Comune di Ferrara, Luigi Marattin, 33enne docente universitario di Economia Politica. Quest’ultimo ieri sera ha pubblicato su Facebook un post, definito volgare e omofobo,  nei confronti di Nichi Vendola. Post poi tolto dalla sua pagina del social network e seguito, questa mattina, da una nota ufficiale di scuse dello stesso assessore al Bilancio e partecipazioni.

Il post è stato caricato dopo che Vendola, ospite di Lilli Gruber a La7, ha espresso un giudizio non lusinghiero su Toni Blair.

“Mi scuso con Vendola e con chiunque abbia letto il mio post come un'offesa di carattere personale o in qualche modo riferibile alla sfera sessuale  - dice  Marattin-  cosa che non era lontanamente nelle mie intenzioni. Mi rendo conto che l'affermazione aveva in ogni caso toni discutibili e volgari, mi dispiace. A volte la precipitazione, e in questo caso il tentativo di essere spiritoso, possono portare a fare degli errori. C'è la mia vita a testimoniare l'importanza che per me riveste il rispetto delle persone, a prescindere da genere, colore della pelle, convinzioni religiose e preferenze di ogni individuo. Mai, neppure quindi nel momento in cui ho scritto quel post, ho inteso venir meno a questi principi”.

E immediata è arrivata anche la presa di posizione di Sel: “Un assessore, quando evidenzia tanto chiaramente la propria incapacità di aderire degnamente al proprio ruolo istituzionale, ha solo un modo per rendere credibili le proprie scuse. Dimettersi. Per questo torniamo oggi a ribadire a lui, al sindaco di Ferrara e al Pd la nostra richiesta”, ha così commentato l’accaduto Giovanni Paglia, coordinatore regionale Sel.

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©