Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Milleproroghe: approvati diversi emendamenti

Intanto è congelamento graduatorie fino al 31/8/2012

Via libera al pacchetto Abruzzo e stop a quote latte

Intanto è congelamento graduatorie fino al 31/8/2012
11/02/2011, 16:02

ROMA - Graduatorie degli insegnanti congelate fino al 31 agosto 2012 e vincolo della territorialità a decorrere dall’anno scolastico 2011 - 2012. È quanto prevede l’emendamento presentato dalla Lega al decreto Milleproroghe e approvato dalle Commissioni Affari costituzionali e Bilancio del Senato. Il Carroccio, dunque, colpisce ancora ed ottiene un congelamento delle graduatorie provinciali degli insegnanti, in attesa della “definizione della nuova disciplina legislativa del reclutamento”. Primo firmatario dell’emendamento presentato e approvato tramite la maggioranza di voti è Mario Pittoni, esponente del partito leghista e autore della proposta di riforma del reclutamento dei professori, che il ministro Gelmini sembra voler attuare e che prevede albi e concorsi regionali. A decorrere da quest’anno scolastico, insomma, l’inserimento nella prima fascia delle graduatorie di istituto, spiegano gli autori dell’emendamento “è consentito esclusivamente a coloro che sono inseriti nelle graduatorie ad esaurimento della Provincia, in cui ha sede l’istituzione scolastica richiesta”. Qualora non lo si fosse capito, la nuova norma punta ad aggirare la sentenza della Corte Costituzionale, che proprio l’altro ieri ha bocciato il ministro dell’Istruzione, dichiarando “illegittime” le graduatorie, perché violano l’articolo 3 della Costituzione. Ovvero, perché ad esempio un professore che avesse cambiato Provincia per lavorare sarebbe stato messo in coda alla graduatoria, perdendo il punteggio acquisito negli anni. Questo per scoraggiare il trasferimento dei insegnanti dal Sud al Nord. Proprio a seguito della recente sentenza della Consulta è stata inserita nell’emendamento la clausola “fatti salvi gli adempimenti conseguenti alla declaratoria di illegittimità costituzionale”. “Questo intervento - spiega Mario Pittoni, primo firmatario dell’emendamento - serve a regolare la fase transitoria in vista della riforma del reclutamento. La sentenza della Corte crea una situazione tecnicamente difficile da gestire, perchè i ricorrenti erano almeno 15.000. E poi noi cerchiamo di dare una garanzia a quei poveretti che avevano una determinata posizione nelle graduatorie provinciali, e che ora si vedrebbero scavalcati”.
Le commissioni Affari Costituzionali e Bilancio del Senato, al lavoro sul decreto Milleproroghe, hanno approvato anche:

PACCHETTO ABRUZZO
Via libera alle norme per i terremotati in Abruzzo: approvato un pacchetto di misure che prevede, lo slittamento al 1 novembre del termine per la restituzione delle tasse sospese in seguito al terremoto del 2009 ai cittadini del centri colpiti; la proroga della cassa integrazione per i lavoratori della Finmek; l’autorizzazione al Comune dell’Aquila ed agli altri Comuni del cratere sismico a poter fare assunzioni (a tempo determinato) per i prossimi tre anni “nel limite di spesa di un milione di euro”; lo slittamento al 31 ottobre della riscossione delle rate dei premi assicurativi.

RIORGANIZZAZIONE CONSOB
Entro il 31 luglio 2011 la Consob, è scritto nell’emendamento approvato, procede alla riorganizzazione dei propri servizi, impiegando anche il personale immesso nei ruoli a seguito di concorso pubblico alla data del 1 gennaio 2011. Nella precedente versione dell’emendamento, poi corretto, si prevedeva la riorganizzazione “in vista della progressiva concentrazione delle attività a Milano”. Entro il 31 luglio 2011 sono adottate le disposizioni secondo l’ordinamento interno al fine di disciplinare le attività di controllo e di regolarità amministrativo contabile della Commissione. Entro lo stesso termine e con le stesse modalità sono adottate le disposizioni volte a prevedere per il personale in servizio e proveniente da altre amministrazioni o enti pubblici l’applicazione, durante il periodo di servizio presso la Consob, dello stesso trattamento del personale di ruolo di pari qualifica e anzianità.

EMENDAMENTO SU NAVIGAZIONE LAGHI
Approvato l’emendamento del Pdl presentato dai senatori Valter Zanetta e Alessio Butti sui servizi governativi di navigazione sui laghi di Como, Garda e Maggiore. “Verranno garantiti - spiegano i senatori Butti e Zanetta - per i prossimi due anni, i collegamenti di residenti e turisti sui principali laghi italiani e si eviteranno preoccupanti ricadute occupazionali in un settore che impegna 533 lavoratori effettivi e 133 stagionali. Ringraziamo il ministro delle Infrastrutture e i vertici del ministero dell’Economia per aver accolto con sensibilità le nostre proposte e la Gestione Governativa Navigazione Laghi per l’importante collaborazione offerta. Siamo soddisfatti perchè, in vista dell’apertura della stagione estiva, - concludono i senatori del Pdl - abbiamo risolto un problema serio ed urgente, garantendo la piena efficienza del servizio di trasporto pubblico lacuale in territori di grande importanza turistica e produttiva”.

AUMENTI CINEMA, DA LUGLIO 1 EURO IN PIU’
Dal 1 luglio andare al cinema costerà un euro in più: approvato un emendamento che incrementa il costo dei film nelle sale cinematografiche, ad esclusione delle sale parrocchiali, per finanziare le agevolazioni fiscali nel settore della produzione cinematografica. I rincari, si legge nella proposta di modifica, avranno effetto “dal primo luglio e fino al 31 dicembre 2013”. Dalla misura sono attesi 45 milioni di euro quest’anno e 90 milioni per ognuno dei due anni successivi.

SFRATTI
Passa l’emendamento del governo che fa allungare di un anno il blocco degli sfratti per le categorie disagiate. Il termine viene spostato dal 31 dicembre 2010 al 31 dicembre 2011.

CASE FANTASMA
Altro emendamento approvato è quello che concede ai proprietari delle case “fantasma” tempo fino al 30 aprile per regolarizzare gli immobili finora non dichiarati al Catasto. Il termine in questione era stato inizialmente fissato al 31 dicembre 2010, poi spostato al 31 marzo 2011 e ora va al 30 aprile.

QUOTE LATTE, OK PROROGA SEI MESI PER MULTE
Via libera delle commissioni congiunte all’emendamento della Lega (primo firmatario Gianpaolo Vallardi) che sposta di sei mesi il pagamento delle multe relative alle quote latte. Il pagamento attualmente previsto dai piani di rateizzazione entro il 31 dicembre scorso viene differito al 30 giugno 2011. L’onere per l’anno in corso, valutato in 30 milioni di euro, viene coperto attraverso una “riduzione proporzionale in maniera lineare fino al 3% a decorrere dall’anno 2011 di tutte le dotazioni di parte corrente relative alle autorizzazioni di spesa di cui alla tabella C” della legge di Stabilità, i cui stanziamenti sono iscritti in bilancio come “spese rimodulabili”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©