Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Parere favorevole del Copasir, la maggioranza esulta

Intercettazioni, è accordo bipartisan sugli 007


Intercettazioni, è accordo bipartisan sugli 007
05/06/2010, 14:06

ROMA - Dopo la notizia ufficiale che da per certo lo stralcio delle norme collegate agli 007 dal ddl intercettazioni, arriva rapido il commento positivo e soddisfatto del Copasir che, attraverso il presidente Massimo D'Alema, si dice felice di constatare che, l'esecutivo, abbia deciso "di tenere fuori la materia dei servizi segreti" da un disegno legge "così discutibile" e delicato. Sempre D'Alema assicura poi che si attiverà celeremente per proporre una legge ad hoc in materia nella commissione bicamerale speciale da lui presieduta
In poche parole, dunque, non ci sarà alcuna limitazione nell'utilizzo delle intercettazioni da parte dei membri dei servizi segreti. A ciò si deve il plauso parziale del Copasir e la palla al balzo colta dal governo che esulta attraverso le parole di Gianni Letta:"È la prova che quando alle inutili polemiche si sostituiscono la discussione e il confronto serio e responsabile, non è difficile arrivare a una soluzione per tutti "accettabile" o addirittura condivisa".
Entusiastico anche se più pacato il commento di Maurizio Gasparri:"L'importante è che si sia messo in evidenza come l'emendamento presentato dal governo fosse migliorativo del testo uscito dalla Camera e restrittivo delle competenze e delle prerogative dei servizi".
Angelino Alfano, riguardo il tema del segreto di Stato, precisa che:"Sul segreto di Stato si deciderà assieme al Copasir. Letta è in contatto in queste ore con D'Alema e credo che questo lavoro produrrà un risultato condiviso".
Nella maggioranza, i finiani conservano qualche piccola riserva ma, con il senatore 
Andrea Augello, precisano che "sulla base delle anticipazioni ci sono tutti gli elementi per considerare superato ogni motivo di discussione". Anche Italo Bocchino esprime parole distensive e favorevoli nei confronti del tanto discusso provvedimento sostenendo che, nell'area finiana, si aspettano "i testi definitivi degli ultimi emendamenti, comunque mi sembra che ci siano dei passi avanti".
Dall'opposizione arriva il commento positivo di Pier Ferdinando Casini:"Sulla nuova disciplina un accordo al Senato si può fare"

DI PIETRO ANCORA CONTRARIO
Palizzate mantenute ancora decisamente alte dall'Idv che, con le considerazion di Antonio Di Pietro, tuona:"Gli emendamenti presentati dalla maggioranza sono solo una lavatina di faccia per raggiungere un obiettivo che resta sempre quello, bloccare le indagini e cancellare il diritto d'informazione. Ribadiamo la necessità delle intercettazioni quale strumento investigativo che ha permesso fino a oggi di scoprire gravi reati"

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©