Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il ministro:"Terremo conto delle perplessità"

Intercettazioni,Frattini:"Forse il si entro l'estate ma ddl non è la Bibbia"


Intercettazioni,Frattini:'Forse il si entro l'estate ma ddl non è la Bibbia'
07/07/2010, 17:07

ROMA - Uscito dal vertice del Pdl tenutosi a Palazzo Grazioli, riguardo l'approvazione del ddl intercettazioni, il ministro degli Esteri Franco Frattini ha dichiarato:"Stiamo guardando il calendario... per me è possibile che si faccia (entro la pausa estiva), dipende da quando verranno presentati gli emendamenti correttivi e integrativi". La maggioranza, dunque, lavorerà in maniera certosina per garantire l'approvazione della norma il prima possibile; anche perchè, come osserva sempre Frattini "teoricamente è possibile lavorando fino al 5 agosto. E' inutile lasciare appesa una cosa tanto tempo".
Il titolare della Farnesina ha poi precisato che "Il ministro della Giustizia (Angelino Alfano ndr) sta riflettendo su alcuni emendamenti... non è una bibbia, non è intoccabile questo testo. Terremo conto delle perplessità". Dunque i tempi d'approvazione dipendono dagli emendamenti che saranno presentati e, in ogni caso, dato che più volte è stata presentata la concreta ipotesi d'utilizzo della fiducia, sarà la maggioranza a scegliere se e cosa modificare all'interno del tanto discusso e criticato ddl prima della sua approvazione definitiva. L'esecutivo di centrodestra si dice infatti disposto a "tenere in considerazione le perplessità" ma, al contempo, poco incline ad ascoltare pareri da parte di opposizione, magistrati, editori e giornalisti.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©