Politica / Regione

Commenta Stampa

Interrogazione urgente presentata politiche sociosanitarie

Oliviero (Psi) «Non sono ammessi omissioni e rallentamenti»

Interrogazione urgente presentata politiche sociosanitarie
17/06/2013, 12:30

NAPOLI - “Da Caldoro e dall’Assessore Russo pretendiamo chiarezza, trasparenza e responsabilità, facendo luce su coloro che, nei diversi livelli di governo, si ostinano al mancato rispetto e alla mancata applicazione delle nuove disposizioni di legge sulle politiche sociosanitarie regionali - è l’allarme lanciato da Gennaro Oliviero, capogruppo regionale del Pse, promotore della interrogazione urgente, indirizzata al Presidente della Giunta Regionale, On.le Stefano Caldoro e all’Assessore in Materia, Ermanno Russo.

Accade anche questo in Campania: è inaudito, condanniamo fermamente coloro che dietro un’ardita supponenza, nei fatti, non rispettano quanto la Politica e le Istituzioni legiferano a favore delle fasce sociali non autosufficienti. 

Qui non si tratta di snellire le maglie della burocrazia, ma di profondere una nuova cultura delle Istituzioni, specie, se queste, con grande coraggio aprono a necessari mutamenti.

Il problema del rallentamento del nostro sistema di protezione sociale pone infatti in luce una serie di elementi di criticità che grazie a interventi legislativi abbiamo, nel tempo, migliorato delle performance, prevedendo anche l’abbattimento di consistenti voci di costo.

Non basta lo sdegno, la rabbia, la disillusione e le passerelle mediatiche, occorre assolutamente saper leggere e intervenire nella drammaticità del momento storico che vivono le nostre famiglie, i minori, gli anziani e le persone con disabilità.

Queste persone non possono essere lasciate sole, senza speranza e senza possibilità di uscita.

I sistemi di welfare esistenti si sono nel tempo sviluppati in condizioni economiche e sociali caratterizzate dalla presenza di crescita economica costante, di una popolazione giovane, di bisogni relativamente omogenei e di solide strutture familiari.

Su queste basi i sistemi di Welfare comunitari si sono espansi in modo progressivo e hanno raggiunto dimensioni sempre più consistenti, ma il processo di riduzione della capacità di finanziamento della spesa sociale e della spesa pubblica in generale impone di affrontare in chiave strategica una serie di problemi, i quali se non posti a regime rischiano oggettivamente di mettere in serie difficoltà l’intero sistema di politica sociosanitaria.   

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©