Politica / Regione

Commenta Stampa

Napoli è la città che amo e vale la pena metterci la faccia

Intervista esclusiva al candidato a Sindaco:On. De Magistris

L'Italia Dei Valori è pronta per la Città di Napoli

.

Intervista esclusiva al candidato a Sindaco:On. De Magistris
05/03/2011, 10:03

Le telecamere di Julie hanno intervistato in esclusiva il candidato a Sindaco di Napoli, l’ On. Luigi De Magistris (del partito dell’ Italia Dei Valori). Dopo un breve periodo di indecisione prima di confermare la sua candidatura adesso l’On. non ha più dubbi e si sente pronto per rappresentare la città di Napoli.
Nei prossimi giorni, ha riferito De Magistris, si formerà la lista civica e si augura che intorno a lui si schierino il maggior numero di consensi: “ Svolgo un ruolo molo delicato e questo lo faccio anche in Europa in quanto Europarlamentare dell'Italia dei Valori e Presidente della Commissione Bilanci, ma dopo le primarie ho raccolto tutta una serie di motivazioni che mi hanno spinto a candidarmi al fianco del mio partito …. Napoli è la città che amo e per questo vale la pena metterci la faccia.”
Alla domanda del direttore editoriale del Gruppo Julie, Livio Varriale, su come mai alle Primarie l’Italia dei Valori aveva deciso di non candidarsi , la riposta è stata che secondo il loro punto di vista il ruolo delle Primarie non era stato perseguito nel modo giusto. Partecipare solo per far parte di un regolamento di conti interno al partito non avrebbe avuto senso.
Quelle delle Comunali, per il Partito di Di Pietro ma anche per la città partenopea, è un’occasione importante per dimostrare di essere pronti ad un grande cambiamento.
“Bisogna alzare l’etica pubblica”, questo uno dei principali obbiettivi dell’On. che ha riferito alle telecamere di Julie che un dei timori più grandi di Napoli è quello di vedersi governare da persone come Cosentino e Cesaro ….Bisogna stare attenti all’antipolitica e puntare su persone credibili”. E con il termine credibile, De Magistris intende persone che abbiano un’etica, il senso del dovere, con dei valori che possano essere d’esempio a tutto il popolo napoletano e per questo abbattere il muro di sfiducia alzato dagli stessi negli ultimi anni.
Dalle parole incisive del Magistrato emerge una grande fiducia non solo nei confronto dei cittadini ma delle potenzialità della città e per questo ha ben chiaro di cosa occorra a Napoli per scalare quella “ Lista Nera” che ci ha macchiato non solo in tutta l’Italia ma anche in tutto il mondo: “Più cultura, più diritti, sicurezza, turismo, legalità a chi investe, viabilità, un piano credibile per lo smaltimento dei rifiuti”. Questi i progetti che porterà avanti De Magistris, ma ribadisce la cultura prima di tutto:” Con la cultura si fa anche ricchezza economica”.
Napoli deve tornare a sorridere, deve riuscire a togliersi quel velo di indifferenza che si porta da troppo tempo e diventare d’esempio per tutte le altre città di apertura verso il mondo ma soprattutto per la sua umanità, una qualità che gli è innata. “Napoli dovrà diventare un presidio di Democrazia”. Continua il candidato a Sindaco e prosegue dicendo che Napoli dovrà diventare il centro culturale d’ Europa e dovrà dimostrare di riuscire a garantire uno sviluppo economico anche partendo da innumerevoli difficoltà e un bilancio in rosso”.
In ultimo L’Europarlamentare ha elencato quelle che secondo lui dovrebbero essere i primi e fondamentali passi per intraprendere un cambiamento: L’immagine etica del Sindaco, ripristino dei diritti, ed un uso corretto della Polizia Municipale come un stretto rapporto con la Magistratura. Tutti punti che il candidato a Sindaco è sicuro di poter garantire alla città partenopea.
L’On. Luigi De Magistris ha terminato rivolgendosi alle telecamere di Julie e a tutti i telespettatori: “ Voglio entusiasmare i napoletani, non ho mai fatto opportunismo e adesso vorrei essere strumento di chi ha meno di me e di chi ha dei sogni” .. “Sono molto fiducioso per il futuro di questa città …..e anche per la vittoria calcistica del Napoli “.



Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©