Politica / Regione

Commenta Stampa

Lady Mastella invierà una lettera a Napolitano

“Io come Craxi”: la Lonardo si appella al Quirinale


“Io come Craxi”: la Lonardo si appella al Quirinale
22/01/2010, 16:01

NAPOLI – Dall’esilio torna a far sentire la sua voce Sandra Lonardo, presidente del Consiglio regionale della Campania, colpita da un divieto di dimora nella regione nell’ambito dell’inchiesta Arpac. L’occasione le viene offerta da un’intervista rilasciata a Klaus Davi nel corso il programma tv “Klauscondicio”. “La mia – tuona Lady Mastella – è una prigionia, una limitazione della libertà in un Paese dove l’ordinamento parla di presunzione d’innocenza fino al terzo grado di giudizio. Io, invece, sono stata già condannata.” Paragonando la propria condizione a quella di Bettino Craxi, sulla scia delle affermazioni rese alcuni giorni fa dal suo portavoce che facevano riferimento a un nuovo “caso Tortora”, la Lonardo annuncia battaglia, proclamando l’intenzione di appellarsi direttamente al Quirinale contro la misura restrittiva che la costringe lontana dalla sua Campania e che definisce degna del “ventennio fascista per allontanare i dissidenti”. Chiederà al Capo dello Stato di intervenire per porre fine al suo “esilio obbligato” e ritornare in libertà. “Io e Craxi - spiega - abbiamo storie diverse, ma siamo stati mandati entrambi in esilio. Farò appello a Napolitano sulla mia vicenda perché intervenga, laddove è possibile, per fare in modo che si ponga fine a questa prigionia.”
Durante l’intervista la Lonardo si lascia andare al racconto dei momenti bui vissuti dall’inizio di questa vicenda giudiziaria, di un “forte sconforto” che, tuttavia, assicura, non l’ha mai indotta a pensare al suicidio. Lady Mastella tiene anche a sottolineare di essere incline al perdono nonostante i gravi soprusi di cui si sente vittima in questo momento e “quindi - aggiunge provocatoria - mi piacerebbe provare a salutare Luigi de Magistris e vedere come si pone perché - spiega - le sue indagini sono una finzione, specialmente quelle su mio marito”. E infine l’annuncio di voler raccontare la propria vicenda personale in un libro e “chissà che prima o poi non diventi anche una fiction”, conclude Lady Mastella.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©