Politica / Politica

Commenta Stampa

Irisbus, Ugl: "Bene garanzie su esodati, ma nessun dato concreto su reindustrializzazione"


Irisbus, Ugl: 'Bene garanzie su esodati, ma  nessun dato concreto su reindustrializzazione'
11/10/2012, 10:01

“Nonostante le rassicurazioni  sul decreto attuativo per gli esodati, per l'ennesima volta non è emersa una prospettiva concreta per il futuro dei lavoratori. Ancora nessun chiarimento su eventuali piani di reindustrializzazione”.

Lo dichiarano il responsabile del Dipartimento Industria dell’Ugl, Cristina Ricci, e il vice segretario nazionale Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, al termine del tavolo al Mse sul futuro dello stabilimento, ricordando che “stiamo parlando di centinaia di lavoratori e famiglie, senza dimenticare l'indotto, che vivono in un territorio con tassi di disoccupazione drammatici e che hanno urgente bisogno di avere risposte”.

"Le garanzie sulla salvaguardia per gli esodati – aggiungono - , e i dati ottenuti da Fiat sulla riduzione di organico scaturita da ricollocamenti e mobilità, lasciano sperare che sarà raggiunta la soglia del 30 per cento di dipendenti in uscita per ottenere il secondo anno di cigs. Tuttavia i lavoratori non hanno soltanto bisogno di sostegno al reddito, ma di prospettive reali”.

“E' indispensabile - concludono -  fare tutto il possibile per dare un futuro ad un'azienda che si è sempre avvalsa di operai di alta professionalità, in un settore, quello del Trasporto pubblico locale, strategico per il sistema Paese”. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©