Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Cottarelli: "Bene la manovra, ora c'è bisogno di riforme"

Italia sul baratro, FMI "Non può farcela da sola"


Italia sul baratro, FMI 'Non può farcela da sola'
24/01/2012, 19:01

WASHINGTON - «L'Italia non ce la può fare da sola». Lo sostiene il direttore del Dipartimento degli affari di bilancio del Fmi, Carlo Cottarelli, aggiungendo che è indispensabile potenziare i dispositivi anticrisi Ue. Per uscire dalla crisi in Italia saranno sostanzialmente necessarie tre ordini di misure, spiega Cottarelli in conferenza stampa a Washington. «Il risanamento fiscale sta avvenendo a buon passo », e sta per essere accompagnato da «riforme che avranno impatto sulla spesa nel lungo periodo» come la riforma sulle pensioni. L'Italia, tuttavia, insiste, «ha bisogno di riforme strutturali capaci di incidere e aumentare la competitività e la produttività del paese». L'Italia ha soprattutto bisogno «di poter disporre di firewall più forti» a livello europeo, cioè di misure che possano avere «un impatto sui tassi di interesse», conclude. 
In Italia comunque «la manovra approvata a dicembre aumenterà dell'1,25 per cento del Pil il consolidamento fiscale previsto fra il 2012 e il 2014». Lo scrive l'Fmi nel suo Fiscal Monitor ricordando che la manovra varata dal governo Monti «segue gli interventi di luglio e settembre (con conseguente consolidamento di bilancio pari al 3,75% del Pil quest'anno e dell'1,25% il prossimo). Si tratta, aggiunge il Fondo, »di interventi «sufficienti a riportare il prossimo anno il bilancio in pareggio» . Elementi chiave della manovra Monti - conclude l'Fmi - «la reintroduzione delle imposte immobiliari sulle prime case e la riforma delle pensioni». 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©

Correlati