Politica / Politica

Commenta Stampa

Il Professore: “Pechino, partner strategico”

Italia-Cina e il “volemose bene”: rafforziamo i rapporti

Tra Monti e Wen Jiabao solo parole di apprezzamento

Italia-Cina e il “volemose bene”: rafforziamo i rapporti
31/03/2012, 09:03

PECHINO – L’Italia vede nella Cina “un importante partner strategico” ed è per questo che “intende rafforzare il più possibile la già ottima collaborazione”: è con queste parole che il premier Mario Monti fa il suo ingresso nella sala dell’Assemblea del Popolo a Pechino, assicurando che l’incontro di oggi rappresenta un’occasione preziosa, “per approfondire la conoscenza delle rispettive posizioni e per sviluppare nuovi modi di collaborazione bilaterali e multilaterali con la grande Repubblica cinese”. Il Professore incontra il premier cinese nel primo appuntamento della seconda giornata di visita nel Paese asiatico e tra i due vi sono solo parole di apprezzamento.
Anche il primo ministro cinese, Wen Jiabao, infatti, nell’accogliere Monti, non ha fatto altro che ribadire lo stesso concetto: “L’Italia è un grande Paese dell’Unione Europea ed è un partner strategico della Cina. Sono convinto che l’Italia riuscirà ad affrontare lo scenario internazionale e a realizzare nuova crescita economica attraverso le riforme”. Il premier cinese, inoltre, ha ricordato le due visite ufficiali effettuate in Italia, sostenendo di essere rimasto profondamente impressionato non solo dall’arte e dalla cultura, ma anche dalle “piccole e medie imprese italiane” e dalla “capacità d’innovazione ad alti livelli”. “Siete un grande Paese manifatturiero e l’economia è solida”, ha infatti affermato.
È dunque all’insegna del “volemose bene” che è partito il primo appuntamento della seconda giornata del premier italiano nella capitale cinese: quello dell’incontro con Wen Jiabao. Nel pomeriggio il Professore visiterà la Scuola Centrale del Partito, dove terrà un intervento su “Italia, Europa e Cina in transizione”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©