Politica / Regione

Commenta Stampa

Il Pd rilancia il nome di Zingaretti come governatore

La Bonino si candida alla guida del Lazio


La Bonino si candida alla guida del Lazio
05/01/2010, 19:01

ROMA - Entusiasta Marco Pannella per la candidatura di Emma Bonino alla Presidenza della Regione Lazio. «Mi sembra che la candidatura di Emma Bonino sul web in ambienti Pd raccolga consensi plebiscitari, saremmo lieti se volessero aderire alle nostre candidature per i governatori, ha detto il leader dei Radicali italiani. «Noi siamo gente comune - ha proseguito Pannella - e non possiamo che parlare ai nostri simili. Non c'è un'alternativa vera senza un'alterità profonda rispetto alla politica di regime, i cittadino ci riconoscono per questo». La vice presidente del Senato Emma Bonino sarà la candidata alla presidenza della Regione Lazio per la lista Bonino-Pannella. Ad annunciare la sua candidatura è stata la stessa leader dei Radicali italiani nel corso di una conferenza stampa nella sede del partito. «Sarò candidata per la lista Bonino-Pannella come governatrice nel Lazio, offriamo un'alternativa ai cittadini che credono ancora nello stato di diritto», ha aggiunto.
Intanto, la segreteria nazionale e la segreteria regionale Pd si affidano a Nicola Zingaretti (che più di una volta nelle settimane scorse aveva dichiarato di none ssere disponibile a candidarsi), con l'incarico «di accertare le condizioni politico programmatiche e la candidatura più idonee e coerenti per costruire una nuova e larga alleanza per le elezioni regionali nel Lazio. Nicola Zingaretti si è impegnato a svolgere questo incarico nel più breve tempo possibile». Lo afferma in una nota l'ufficio stampa del Partito Democratico.
«Ringrazio Bersani e la segreteria per la fiducia che mi hanno concesso in questo difficile passaggio - ha commentato in serata lo stesso Zingaretti -. Nel mio ruolo terzo di mera esplorazione, avrò la possibilità di verificare candidature autorevoli, anche all'esterno del Pd, in modo da costruire una coalizione larga e capace di vincere. Da tempo affermo, infatti, che nel Lazio ci sia la possibilità di trovare nomi eccellenti che possano sfidare con successo le destre. Entro giovedì sera conto di riferire direttamente al segretario nazionale l'esito di questa mia esplorazione». In effetti il Pd è stato travolto dalla decisione dei radicali di andare da soli. Una preoccupazione dovuta alla frammentazione del voto a sinistra che potrebbe aprire le porte alla vittoria del centro destra guidato da Renata Polverini.

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©