Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Solo in 294 hanno appoggiato mozione di Idv e Pd

La Camera vota la fiducia a Romano

Il ministro: “I giudici hanno soverchiato il Parlamento”

La Camera vota la fiducia a Romano
28/09/2011, 20:09

ROMA – La Camera dice no alla sfiducia del ministro alle Politiche Agricole, Saverio Romano.  315 sono stati i contrari, mentre 294 i favorevoli, per un totale di votanti pari a 609.La mozione di sfiducia era stata presentata da Idv e Pd, preoccupati perl’eventuale rinvio a giudizio del ministro chiesto dai pm di Palermo per concorso in associazione mafiosa.
Tanta la tensione in aula a Montcitorio, dove non sono mancati anche diversi cartelli. Prima del voto, Romano è intervenuto per esprimere la propria visione dei fatti: “I processi - ha detto - sono stati trasferiti nelle piazze ed in Parlamento, ed a me in questi mesi mi è stato tolto l’onore”. Nel suo intervento non ha risparmiato la magistratura: “Quello che un tempo era l'ordine giudiziario - ha sottolineato - ha soverchiato il Parlamento e ne vuole condizionare le scelte”.
Per il ministro i fatti che gli vengono imputatisono gli stessi per i quali il pm aveva chiesto l'archiviazione: “Si sta parlando di un'indagine che era diretta al macero: tutto d'un tratto si riscopre che c'è la necessità non già di approfondire le lacune di quell'inchiesta, ma che quell'indagine stessa, attraverso una disposizione logico-deduttiva, può essere utilizzata per rimandare Romano a processo".
Romano, ha dato una lettura esclusivamente politica della mozione di sfiducia nei suoi confronti e si è detto pronto ad accettare le conseguenze della sua scelta di sostenere il Governo: "Ritengo che sia il momento di sottolineare un aspetto che mi riguarda molto personalmente e riguarda quell'iniziativa politica che insieme a me alcuni altri colleghi sposarono al momento in cui il presidente Berlusconi, con i cinque punti programmatici, chiese il consenso anche alle opposizioni responsabili: io ho fatto una scelta insieme a questi colleghi in piena coscienza e con senso di responsabilità. Se anche queste sono le conseguenze, io sono disposto ad accettarle".
In occasione del voto sulla mozione di sfiducia, sono state anche organizzatedue manifestazioni. La prima, si è svolta alle 15.30 a  piazza Montecitorio con una pacifica e simbolica catena umana a difesa della Camera dei deputati ribadendo la pretesa collettiva di pulizia sul piano morale e penale dell'Istituzione. La seconda a piazza SS. Apostoli, alle 20, battezzata"Notte bianca della legalità". L'iniziativa è stata pubblicizzata via Facebook, Twitter e sms.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©