Politica / Regione

Commenta Stampa

La Campania al congresso internazionale astronautico


La Campania al congresso internazionale astronautico
01/10/2011, 11:10

L'assessorato ai Trasporti e alle Attività Produttive della Regione Campania parteciperà con una propria delegazione a due importanti iniziative internazionali nell’ambito dell’accordo di programma “Campaniaerospace”: lo Iac (International Astronautical Congress) 2011, in programma a Cape Town (Sudafrica) dal 3 al 7 ottobre prossimi, e l'Aerospace & Defense Meetings, che si terrà all’Oval Lingotto di Torino i prossimi 26 e 27 ottobre.

1. L'International Astronautical Congress (Iac) 2011

La missione – a cui la Campania parteciperà insieme al Centro Italiano Ricerche Aerospaziali di Capua (Cira) e all’Asi (Agenzia Spaziale Italiana) - è volta a promuovere presso i partecipanti all’evento le competenze e la tradizione del settore aerospaziale campano e a promuovere la prossima edizione dello Iac, in programma a Napoli dal 1 al 5 ottobre 2012. L’occasione rappresenta anche una opportunità per far conoscere ai partecipanti le eccellenze e il patrimonio artistico-storico-turistico della regione.

Il 4 ottobre si terrà allo stand Asi – Regione Campania un workshop di presentazione del settore aerospaziale campano e della regione, con degustazione di prodotti agroalimentari tipici, con la partecipazione anche del console d’Italia a Cape Town, Edoardo Vitali.

Il Consorzio Polo High Teach di Napoli Est esporrà allo stand Asi il modello di prova della capsula “Irene” (Italian Re Enter Nacelle), già esposta all’ultimo salone di Le Bourget e testata nel Plasma Wind Tunnel del Cira.

L’expo dello spazio e il collegato congresso Iac, sono la kermesse più importante al mondo del settore. L’iniziativa, promossa dallo Iaf (International Astronautical Federation), si svolge ogni anno in una nazione diversa del mondo. Napoli si è aggiudicata l’importante evento del 2012 due anni fa, nel corso dell’edizione che si è svolta a Daejon, in Corea del Sud. L’anno scorso la kermesse si è svolta a Praga, mentre dopo l'edizione 2011 di Città del Capo, nel 2013 sarà a Pechino.



2. l'Aerospace & Defense Meetings

E' l’unica business convention internazionale per l’industria aerospaziale e della difesa in Italia, alla quale la Regione parteciperà., insieme al Cira, con una propria missione collettiva di aziende, il cui bando è stato pubblicato sul Burc del 12 settembre scorso.

In soli due giorni, tutte le aziende partecipanti hanno la possibilità di effettuare incontri volti a costruire relazioni di business e a sviluppare nuovi progetti con imprese provenienti da tutto il mondo. Per i grandi attori e costruttori si tratta di un’occasione unica per ottimizzare il proprio tempo nella ricerca di nuovi acquirenti e soluzioni.

Il programma prevede: eventi collaterali, workshops, sessioni sulla politica in materia di acquisiti e della subfornitura, seminari sull’innovazione e conferenze di alto spessore inerenti tematiche di rilievo per il settore aerospaziale.

Numerosi i Paesi rappresentati, mediante la partecipazione di grandi gruppi, da Boeing a Embraer, da General Electric a Saab.

“La presenza della Regione a queste due importanti manifestazioni internazionali – dice l'assessore regionale ai Trasporti e alle Attività produttive, Sergio Vetrella – consentirà a uno dei settori più all'avanguardia della nostra economia – per il quale è in corso di costituzione il distretto - di confrontarsi in due prestigiosi palcoscenici, che vedono la partecipazione delle più importanti agenzie spaziali del mondo, le migliori industrie del settore aerospaziale, scienziati, docenti e studenti universitari, politici. Ciò anche e soprattutto in vista dell'edizione del 2012 del congresso astronautico internazionale che sarà ospitata a Napoli, dove per una intera settimana si concentrerà il meglio del settore aerospaziale mondiale, per una presenza di non meno di quattromila partecipanti in rappresentanza di 72 Paesi. L’expo tornerà così in Italia dopo ben venti anni dall’edizione organizzata a Torino, e sarà dedicata alla figura dello scomparso Luigi Napolitano, docente della Facoltà di Ingegneria Aerospaziale della Federico II, pioniere nel campo dell’aerodinamica ipersonica”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©