Politica / Politica

Commenta Stampa

In piazza Cgil e Uil per lo sciopero dei servizi pubblici

La Camusso contro i tagli: “Così la crisi continua”

Sul Monti-bis: “Sarebbe un messaggio di rassegnazione”

La Camusso contro i tagli: “Così la crisi continua”
28/09/2012, 14:12

ROMA – Sono scesi ancora una volta in piazza, a Roma, la Cgil e la Uil per lo sciopero dei servizi pubblici contro i tagli della spending review. “L'Italia continuerà ad avvitarsi nella crisi con la logica dei tagli. In una stagione così difficile non siamo di fronte ad una operazione contro gli sprechi e ad una riforma dalla Pubblica Amministrazione, ma assistiamo  a tagli lineari che determinano conseguenze sui servizi e sui cittadini”, urla la leader della Cgil Susanna Camusso, dal palco di Roma in piazza Santi Apostoli.

In modo diretto, poi, rivolge un duro attacco alla classe politica: “Siamo ad un punto limite. O avete la forza di rinnovarvi davvero, o costruirete in questo Paese l'idea che la politica è una schifezza che va evitata, che la politica non porta la democrazia”.

La numero uno della Cgil ci va giù pesante e cita tutti gli errori che a suo avviso l’esecutivo ha compiuto: “La riforma delle pensioni, la riforma del lavoro e l'intenzione di estendere la riforma del lavoro privato al lavoro pubblico”. Insomma, a sentirela Camusso, l'unica politica da fare è difendere e creare lavoro e non proseguire con i licenziamenti.

E sull’ipotesi di un Monti-bis, la sindacalista è chiara: “Sarebbe un messaggio di rassegnazione, non una prospettiva di cambiamento. Noi abbiamo bisogno di cambiamento”.

L’occasione, inoltre, si fa ghiottta perla Camussoper una risposta pubblica al ministro della Pubblica amministrazione, Patroni Griffi: “C'è un ministro che si domanda se torneremo al tavolo: vorremmo dire che il tavolo lo ha abbandonato lui dopo aver cancellato l'accordo e che noi non scappiamo mai. Al tavolo ci andremo, per dire che si può fare una riforma diversa della Pubblica amministrazione”.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©