Politica / Napoli

Commenta Stampa

La Commissione Cultura incontra il Direttore generale della Fondazione Forum delle Culture


La Commissione Cultura incontra il Direttore generale della Fondazione Forum delle Culture
10/02/2012, 10:02

La Commissione Cultura, presieduta da Maria Lorenzi, ha incontrato oggi il Direttore generale della Fondazione Forum Universale delle Culture 2013, Francesco Caruso, per fare il punto sullo stato dell’organizzazione dell’evento. Numerose le domande poste dalla Presidente Lorenzi cui il Direttore generale ha ampiamente risposto soffermandosi su tutti gli aspetti relativi alla pianificazione della manifestazione.
A partire dalla prossima settimana, si svolgerà la riunione conclusiva di una prima fase di lavori del comitato scientifico della Fondazione, per decidere le linee guida del programma da mettere a bando o da sottoporre a manifestazione di interesse. Tutte le decisioni saranno comunicate attraverso il sito del Forum che, dopo una fase di “ristrutturazione”, sarà curato dalla società partecipata della Regione DigitCampania, con la quale è stato concluso un accordo per la comunicazione dell’evento, comprendente anche la realizzazione di una brochure in quattro lingue e di una campagna multimediale. Secondo il Direttore generale, il Forum non deve essere solo visto come un’occasione per riscattare l’immagine della città, ma deve rappresentare un’opportunità per mettere in evidenza l’immenso patrimonio culturale e artistico esistente.
I consiglieri intervenuti - Coccia, Formisano, Mansueto, Moxedano, Vasquez, Palmieri e Molisso - hanno sollecitato alcuni chiarimenti su una serie di aspetti riguardanti la governance, i costi, la scarsità delle risorse a disposizione, i criteri di scelta del personale della Fondazione, la riqualificazione del centro storico, la dichiarazione di grande evento e la valorizzazione dell’industria culturale e artistica della città. A giorni, ha chiarito Caruso, è attesa la decisione da parte del Presidente designato sull’accettazione della nomina; quanto ai costi, il bilancio della Fondazione sarebbe in pari al netto degli impegni assunti dalla vecchia Amministrazione comunale, poi trasferiti alla Fondazione e dei crediti deliberati e non ancora erogati dai soci fondatori; la scarsità dei fondi a disposizione sarà compensata dalla collaborazione con enti culturali cittadini e nazionali che hanno già manifestato la propria disponibilità ad incrociare le iniziative artistiche già programmate con il calendario del Forum; le tre persone assunte dalla Fondazione, strettamente necessarie al funzionamento della macchina organizzativa, sono state scelte nell’ambito del personale precedentemente utilizzato in quanto non era possibile, per mancanza di tempo e di preparazione specifica, avviare una ricerca di professionalità tra i dipendenti degli enti fondatori; a causa dei ritardi accumulati per i cambi di amministrazioni e per mancanza di fondi, non è possibile realizzare la riqualificazione del centro storico che sarà interessato, però, da interventi riguardanti illuminazione e cartellonistica; impossibile anche ottenere la dichiarazione di grande evento e i relativi fondi; infine, per Caruso, è attivabile il coinvolgimento dei protagonisti della scena artistica cittadina.
Nel corso di questo mese, ha concluso il Direttore generale, sarà definita la programmazione del Forum che, dopo la presentazione al Capo dello Stato, sarà divulgata a livello internazionale attraverso il Ministero degli Esteri.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©