Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Veltroni in conferenza stampa

La conferenza stampa di Walter Veltroni


La conferenza stampa di Walter Veltroni
18/02/2009, 12:02

E' appena terminata la conferenza stampa di Walter Veltroni, in occasione delle sue dimissioni da leader del PD. Il concetto su cui è stato incentrato il discorso, è stata sulla costituzione del PD. Veltroni ha fatto presente che quello del PD per lui è stato un sogno, che però è appena iniziato. E ha invitato chi proseguirà la sua opera a non disperdere le innovazioni introdotte: le primarie, che possono richiamare l'attenzione delle persone, anche di quelle non iscritte al partito; il governo ombra, grazie al quale il PD ha una serie di proposte "alternative ed innovative" rispetto alla maggioranza. Ovviamente non si è nascosto dietro un dito, assumendo integralmente su di sè la responsabilità delle ultime sconfitte politiche, ma invitando il PD a smetterla con le lotte intestine, cercando di avere una base comune, su cui comunque intavolare discussioni ed evoluzioni. Ha anche detto che bisogna continuare con un'opposizione dialogante, dando un netto no a quella che ha definito "opposizione urlata", con un chiaro riferimento all'Italia dei Valori.
Naturalmente non sono mancate le frecciate al PdL, e soprattutto a Berlusconi. E sono partite soprattutto sulla base del confronto: un PD che ha portato avanti candidati nati sul territorio contro un PdL dove il premier impone senza confronti e senza discussioni le proprie scelte; un PD dotato di una dialettica interna, a volte anche forte, contro un PdL dove la dialettica interna, come la democrazia, sono negate dalle decisioni autocratiche del Presidente del Consiglio.
Infine ha concluso, augurandosi che ci sia presto una maggioranza riformista ("non necessariamente del PD", ha specificato) che possa portare all'Italia quei cambiamenti di cui il nostro Paese ha bisogno.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©