Politica / Regione

Commenta Stampa

Presentate denunce civili e penali

La denuncia dei radicali: firme false nelle liste Formigoni


La denuncia dei radicali: firme false nelle liste Formigoni
05/10/2010, 17:10

MILANO - Questa volta gli esponenti del partito radicale sono sicuri: centinaia di firme, tra quelle che appoggiavano la lista dell'attuale Presidente della Regione Roberto Formigoni, sono false. A dirlo, Marco Cappato: "Siamo in presenza di fatto nuovi molto gravi. Si tratta comunque  di un numero di firme sufficiente dal punto della procedura a imporre che in Lombardia si possano indire finalmente elezioni legali. E visto che Formigoni, oltre a non essersi rivolto a personaggi particolamente credibili per ricevere aiuto sulla questione delle liste (il riferimento è alle intercettazioni telefoniche sulla P3, nelle quali si parla dell'interessamento del Presidente della Corte d'Appello, Angelo Marra), ci ha accusato di aver mentito e di aver manomesso i suoi moduli, ora dovrebbe dimettersi. Formigoni non poteva non sapere di avere centinaia firme false perché fatte dalla stessa mano. Crediamo che sul piano dela forma si è dimostrato che le elezioni sono state illegali. I cittadini lombardi hanno il diritto che ottenere che un presidente di Regione che non solo ha nascosto la verità, ma ha dichiarato il falso, venga sanzionato chiediamo le sue dimissioni. In politica non c'è colpa più grave di mancare alla parola data".
A chi gli chiedeva perchè intervengono solo ora, a 6 mesi di distanza, cappato risponde: "Non abbiamo potuto intervenire prima perché i giudici amministrativi non avevano ammesso le nostre liste alle elezioni. Ma da sei mesi gli stessi moduli erano a disposizione degli uffici sia di Formigoni sia di Filippo Penati, il principale sfidante di Formigoni in Lombardia. Andrebbe chiesto a loro perché non hanno fatto prima questa verifica". Già sono state presentate altre denunce, da parte dei radicali, contro Formigoni, relative però ad un altro episodio, che riguarda circa 2000 firme false.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©