Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il "senatur" deve ricucire,in vista delle elezioni regionali

La Lega contro Tettamanzi: Bossi andrà "a Canossa"


La Lega contro Tettamanzi: Bossi andrà 'a Canossa'
09/12/2009, 10:12

MILANO - In questi ultimi giorni si sono ripetuti gli attacchi, soprattutto dalle colonie della "Padania", da parte di esponenti della Lega contro il cardinale di Milano, Tettamanzi. Addirittura Roberto Calderoli l'ha paragonato ad un iman o ad un prete mafioso mandato in Sicilia. Salvo poi fare una parziale rettifica e dire: "Il cardinale mi confessi e mi perdoni".
Ma in questo momento in Lombardia non è il momento più adatto a certe tensioni. Tra poco inizierà la campagna elettorale per le elezioni amministrative del 28 e 29 marzo; e una delle regioni per cui si voterà è la Lombardia. E qui per il Pdl ci sarà candidato il Presidente uscente, Roberto Formigoni. Di conseguenza, si rende necessario, per andare avanti, la solita alleanza tra due entità che non dovrebbero vedersi neanche col cannocchiale: Comunione e Liberazione da una parte, Lega Nord dall'altra. Per mantenere solido questo legame, sarà il leader leghista Umberto Bossi ad andare a Canossa da Tettamanzi e ricucire i rapporti (anche se ovviamente gli organi di stampa non la presenteranno così). Ma sarà anche interessante verificare se il desiderio di poltrone tra ciellini e leghisti sarà di nuovo così forte da far mettere da parte ogni contrasto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©