Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Stefani: "Vanno ridefiniti confini e regole di ingaggio"

La Lega smentisce Maroni: "Le scuse libiche non bastano"


La Lega smentisce Maroni: 'Le scuse libiche non bastano'
15/09/2010, 09:09

ROMA - Questa volta a protestare contro la superficialità delle dichiarazioni dei membri di governo è un partito di governo, la Lega Nord. Il presidente della Commissione Esteri del Parlamento, Stefano Stefani, infatti ha contestato le dichiarazioni rese ieri dal Ministro dell'Interno Roberto Maroni, a proposito del peschereccio italiano mitragliato da una motovedetta libica nel Golfo della Sirte. Maroni aveva parlato di un incidente e del fatto che i libici si erano scusati, quindi l'incidente era chiuso, Ma Stefani non è d'accordo e l'ha fatto sapere: "Alla luce della sparatoria di domenica sera, le scuse del governo Gheddafi non bastano e l'Italia deve pretendere di più. Bisogna che vengano ridefinite le regole di ingaggio e finalmente si risolva una volta per tutte la questione delle acque internazionali fra Italia e Libia. Poichè i pescatori italiani spesso sconfinano perché il confine delle acque non è chiaro. Bisogna cogliere l'occasione per risolvere i contenziosi e ridefinire l'intera situazione, tutelando sia i pescatori di Mazara che la sicurezza degli Stati".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©