Politica / Politica

Commenta Stampa

Contrari solo Lega ed Idv, tutti gli altri annunciano il sì

La manovra Monti alla prova della fiducia al Senato


La manovra Monti alla prova della fiducia al Senato
22/12/2011, 08:12

ROMA - Inizia alle 9 di questa mattina, nell'aula di Palazzo Madama, la discussione sulla fiducia che il governo ha posto sulla manovra finanziaria (anche se il Senato ha subito dovuto sospendere subito i lavori perchè non era in numero legale e quindi ha iniziato con mezz'ora di ritardo). I tempi sono molto stretti: tre ore di discussione generale, poi alle 12.30 la replica del premier Monti, alle 13 le dichiarazioni di voto dei vari partiti - con la diretta TV - e a seguire il voto. I risultati dovrebbero essere resi noti verso le 15.
Ma dovrebbe essere un sì scontato: il Pdl e il Pd hanno annunciato voto favorevole; lo stesso il Terzo Polo. Contrari solo la Lega Nord - che pare stia preparando altre manifestazioni chiassose in aula - e l'Italia dei Valori, che ieri si è visto respingere da tutti gli altri partiti, l'unico elemento di novità costituito dall'asta per l'assegnazione delle frequenze TV.
Resta però il dubbio sulle parole di Silvio Berlusconi che ieri ha minacciato di far cadere il governo, nel caso in cui Monti non lo consultasse prima di presentare altre leggi, nel caso in cui si accordasse con l'Udc o nel caso in cui i sondaggi lo dessero in vantaggio. QUando si dice il senso dello Stato...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©