Politica / Regione

Commenta Stampa

La Municipalità esprime ufficialmente il dissenso contro Capodichino base militare


La Municipalità esprime ufficialmente il dissenso contro Capodichino base militare
21/03/2011, 13:03

‘E’ una follia pensare a Capodichino come base di coordinamento strategico e militare, come se non bastassero i problemi che abbiamo con l’aviazione civile e le continue emergenze che bersagliano Napoli’. Questa l’accusa di Alfonso Principe, presidente della III Muncipalità Stella San Carlo all’Arena, competente per l’area di Capodichino, che esprime il suo forte e deciso dissenso come voce ufficiale del territorio ‘completamente contrario ad una tale iniziativa in spregio dei nostri territori’. ‘Parliamo dell’inserimento di una realtà militare all’interno di un tessuto urbano e civile densamente popolato- continua Principe- che trasformerebbe la città in un obiettivo sensibile a rischio di attacchi terroristici, una condizione che metterebbe anche in crisi economia e turismo già fortemente minacciati dalla crisi rifiuti’.

‘Su via Arenaccia ci sono dei capannoni che l’Alenia vorrebbe rilevare per inserirci delle attività e fornire anche sbocchi occupazionali al territorio, in questo caso il Comune di Napoli dovrebbe inserire una variante al piano urbanistico per scongiurare che l’Alenia possa rivolgere la propria attività in Puglia - conclude il presidente della III municipalità- investimenti civili dunque, e non militari, sono ciò di cui il nostro territorio ha bisogno’

‘Le dichiarazioni di Cirielli sono offensive per il nostro territorio, senza rispetto per la città, è un ‘signor si’- tuona Principe- e mi stupisce che i candidati sindaci non abbiano fatto sentire ancora la loro voce’

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©