Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Un'altra defezione dal governo Berlusconi

La Prestigiacomo lascia il Pdl ma non il governo


La Prestigiacomo lascia il Pdl ma non il governo
22/12/2010, 14:12

ROMA - Appena superata la mozione di sfiducia contro l'intero governo e quella individuale contro Calderoli, ecco un'altra grana per il Pdl. Il Ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo ha annunciato che lascerà il gruppo del Pdl e per ora si trasferirà nel Gruppo Misto della Camera dei Deputati; ma non lascerà il governo.
L'episodio che ha scatenato la reazione del Ministro è capitato oggi: il Pd ha presentato una proposta di sospendere l'esame di un progetto di legge sulla libera imprenditorialità. In particolare, si trattava di sospendere una serie di norme che esoneravano le imprese costituite da disoccupati e cassintegrati dagli obblighi previsti in materia di comunicazione e catasto dei rifiuti, di registro di carico e scarico dei rifiuti e di iscrizione all'Albo nazionale dei gestori ambientali. E' facile immaginare quanti imbrogli sono nascosti dietro questa norma e quanta poca tutela dell'ambiente c'è dietro questa norma. Per questo la Prestigiacomo ha votato insieme all'opposizione, ma è stato inutile: la richiesta di sospensiva è stata bocciata per soli tre voti. A complicare le cose, dai banchi del Pdl si è levato il coro di "Dimissioni, dimissioni".
Ma questo è stato solo l'ultimo episodio in cui il Ministro è stata lasciata sempre sola, politicamente parlando. Una Prestigiacomo in lacrime si era già vista in occasione di altre leggi in cui erano state tolte risorse al Ministero e a progetti ambientali.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©