Politica / Parlamento

Commenta Stampa

La RAI via dal satellite, nuova mossa contro Murdoch


La RAI via dal satellite, nuova mossa contro Murdoch
05/08/2009, 16:08

Nuovo passo dell'offensiva che il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sta conducendo contro Rupert Murdoch e Sky. Dopo che la RAI ha disdetto il contratto con la piattaforma SKY, rinunciando a 350 milioni di euro, restano sul satellite del magnate australiano solo i 3 canali principali: RAI1, RAI2 e RAI3. E ci devono restare, dato che l'articolo 26 del Regolamento di Servizio, fatto approvare dal governo Prodi, prevede che la RAI sia presente "sulle diverse piattaforme distributive". E quindi deve stare anche su Sky, per raggiungere le zone non coperte dal segnale via terra. Ma il Contratto di Servizio scade il 31 dicembre 2009 e nel nuovo Contratto cambia un articolo. Quale? Ovviamente il 26, che recita nella nuova formulazione: "su almeno una delle diverse piattaforme". E così, dato che la RAI ha la piattaforma con Mediaset e La7, Tivusat, ecco che non c'è più bisogno di mantenere i canali su Sky. Se poi questo significherà nuove spese per gli utenti, che dovranno comprare un nuovo decorder, questo non sembra importare alla dirigenza RAI
Ora questo scherzo significa una perdita secca per la RAI di una sessantina di m,ilioni di euro, più 120 persone di RAI SAT da sistemare o da licenziare, più i mancati introiti, dovuto ad un servizio sempre più carente che allontana gli sponsor. Vediamo se indovinate chi pagherà tutti questi favori che la RAI sta facendo a Mediaset?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©