Politica / Regione

Commenta Stampa

La Regione e Mostra d’Oltremare, Caldoro si separa da Rea


.

La Regione e Mostra d’Oltremare, Caldoro si separa da Rea
13/08/2013, 15:50

Altro colpo arriva dalla Regione, i tagli, di questi tempi, sono ordinari nell’amministrazione della giunta Caldoro.

E così, il Governatore annuncia : “Concretizziamo un bilancio regionale più leggero”e si concede la buona uscita da Bagnolifutura e dalla Mostra d’Oltremare, scelta che metterebbe in difficoltà entrambe le due S.p.a ,così strettamente connesse all’attività pubblica. La Regione , che sta procedendo per strade burocratiche affinché si consumi a legale separazione dalla Mostra d’Oltremare , dove detiene il 7,5 per cento delle quote,mentre il Comune con il suo 90 per cento , ancora più complessa è la situazione legata alla Mostra. Promosso il nuovo Cda,  con l’uscita della Regione,  si dovrà comprendere che fine faranno ben 35mln di euro, ovvero la quota del 20, 68 per cento spettante alla Regione .

Andrea Rea , il Presidente delle Mostra, interviene : Stop ai privati, l’ente deve restare pubblico.

Se la Giunta Caldoro decide di contribuire ad un riassetto del bilancio anche a danno di progetti già avviati, Rea commenta: “ La Regione ha un ruolo preciso e determinante per il rilancio del progetto per il polo fieristico. Non possiamo dividerci proprio adesso.”

La richiesta dell’attuale Presidente è chiara : “ Niente fondi, ma appoggio per portare a termine i nostri progetti”.

Si parlava di investire negli spazi inusati, da un a nuova area destinata allo zoo , ad altri centri per contribuire ad una nuova pianificazione di eventi e di concedere alla Mostra ulteriori settori, non costringendola alla sola Fiera annuale dedicata alla casa.

Cosa sarà della Mostra?mentre la Regione si chiude con una spending review auto-compiacente,il futuro  dell’ente, e delle attività connesse, resta ancora in alto mare.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©