Politica / Regione

Commenta Stampa

Napoli. Severino Nappi mantiene l'impegno su Villa Russo

La Regione incontra i sindacati per sbloccare la vertenza


La Regione incontra i sindacati per sbloccare la vertenza
15/07/2010, 15:07

NAPOLI - Gli assessori alle Attività Produttive, Sergio Vetrella, e al Lavoro e alla Formazione, Severino Nappi, ieri pomeriggio hanno incontrato le organizzazioni sindacali e i rappresentanti della proprietà della Clinica Villa Russo. All’esito dell’intervento della Regione Campania, la proprietà della clinica metterà a disposizione dei lavoratori i fondi necessari al pagamento (circa 2 milioni di euro), in tempi brevissimi, delle retribuzioni arretrate, nell’ambito di un progetto che prevede il superamento della fase di crisi e il rilancio dell’attività della casa di cura. E’ stato annunciato dall’attuale proprietà che, nei prossimi giorni, verrà formalizzata la cessione dell’azienda ad altra impresa, che assicurerà lo svolgimento dell’attività e il regolare pagamento delle future retribuzioni. Questo accordo, che chiude la fase emergenziale di una vertenza delicata e simbolica delle emergenze della ospitalità privata campana, segna una prima e importante svolta nella gestione delle crisi. Il sostegno, innanzitutto tecnico, fornito dalla Regione Campania è stato infatti condizionato alla prosecuzione dell’attività d’impresa. Nel delicato intreccio delle difficoltà finanziarie della sanità campana, si è scelto ed ottenuto – col consapevole e decisivo sostegno delle organizzazioni sindacali – di preservare i diritti dei lavoratori con un percorso che è stato caratterizzato dal rispetto delle regole, evitando quelle scorciatoie gestionali che, troppo spesso in passato, hanno condotto a risultati solo momentanei. Naturalmente la Regione Campania vigilerà sulla presentazione del piano industriale da parte della nuova impresa e, in particolare, sulla salvaguardia dei livelli occupazionali. E con altrettanta severità verrà sanzionata ogni eventuale omissione agli impegni assunti dall’impresa nei confronti dei lavoratori, dei sindacati e anche delle Istituzioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©