Politica / Regione

Commenta Stampa

La Regione presenta allo SMAU il Piano per la Ricerca e Campania Innovazione


La Regione presenta allo SMAU il Piano per la Ricerca e Campania Innovazione
19/10/2011, 17:10

La Regione Campania ha presentato all’edizione milanese dello SMAU, apertasi oggi a Fieramilanocity, il Piano di Azione per la Ricerca, Sviluppo, Innovazione e ICT, e l’Agenzia regionale Campania Innovazione.

Il Piano persegue l'obiettivo di realizzare un sistema integrato competitivo della ricerca e dell'innovazione regionale, attraverso la promozione dell'innovazione e del trasferimento tecnologico, lo sviluppo del capitale umano, il potenziamento del sistema universitario regionale e della rete regionale dei centri di ricerca.

L’Agenzia, a sua volta, punta a rafforzare il collegamento e il dialogo tra il mondo della ricerca e quello dell’impresa, attraverso la promozione di una rete di strutture, infrastrutture, laboratori o centri dedicati alla ricerca di interesse industriale, al trasferimento tecnologico per l'innovazione, alla tutela della proprietà intellettuale. Offre altresì a imprenditori e ricercatori l'accesso ad una vasta rete di competenze in termini di valorizzazione delle tecnologie presenti in Campania, nonché servizi di informazione e orientamento, per supportare la creazione, lo sviluppo ed il consolidamento di start-up innovative, spin-off e PMI tradizionali.

La Regione Campania nel periodo 2007/2013 investirà circa 2,4 miliardi di euro, tra fondi nazionali ed europei, in ricerca ed innovazione. In Italia, la spesa in ricerca e sviluppo è pari all’1,05 % per cento del PIL, mentre in Campania è dell’ 1,6%, valore superiore alla media sia nazionale sia delle regioni meridionali (1,2 e 0,9 per cento, rispettivamente).

La Campania investe il doppio della Puglia, il triplo di Calabria e Sicilia. Gli investimenti complessivi per Ricerca e Innovazione ammontano a 2,44 miliardi. La metà di essi è destinata al sistema universitario ed ai centri di ricerca pubblici e privati.

“Guardiamo allo sviluppo del territorio attraverso l'utilizzo dell'Information & Communication Technology”, dice l’assessore alla Ricerca Scientifica Guido Trombetti.

“Il traguardo che intendiamo raggiungere nei prossimi mesi è l’identità digitale, da assegnare a ogni cittadino fin dalla nascita. Il piano prevede, infatti, l’istituzione del Centro Servizi per la gestione della Carta Nazionale dei Servizi - Tessera Sanitaria. Attraverso tale Carta (una specie di bancomat) ogni cittadino potrà utilizzare tutti i servizi offerti dalle Pubbliche Amministrazioni”, conclude Trombetti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©