Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Resta il dubbio su cosa faranno i finiani, scettici

La riforma sulla giustizia rinviata a dopo la fiducia


La riforma sulla giustizia rinviata a dopo la fiducia
29/11/2010, 15:11

ROMA - Non si discuterà della riforma della giustizia nel prossimo Consiglio dei Ministri, come aveva annunciato Silvio Berlusconi venerdì scorso. Date le troppe incertezze sul comportamento dei finiani, il Ministro della Giustizia Angelino Alfano ha fatto sapere di aver deciso lo spostamento dell'esame del provvedimento a dopo il 14 dicembre, data in cui ci sarà il voto sulla mozione di sfiducia contro il governo.
Resta il problema di cosa faranno i deputati di Fli. Finora non hanno mai detto di no, esplicitamente, ad una riforma, a condizione che non sia punitiva contro i magistrati. Quindi voteranno a favore o contro? Non si sa. Quello che si sa è che la riforma è finalizzata ad un depauperamento dei poteri del Pm e alla creazione di un Procuratore Capo nominato di fatto dal governo e con il potere di controllare gli altri Pm. Così si assoggetta di fatto la magistratura al governo, cosa che Fli ha sempre contestato.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©