Politica / Parlamento

Commenta Stampa

La dichiarazione telefonica in diretta su Canale 5

La Russa: entro fine 2010 manderemo in Afghanistan 4000 soldati


La Russa: entro fine 2010 manderemo in Afghanistan 4000 soldati
18/05/2010, 12:05

ROMA - E' del tutto indifferente alle perdite che i soldati italiani stanno subendo in Afghanistan, il Ministro della DIfesa Ignazio La Russa. Almeno questo si può pensare dal tenore delle sue dichiarazioni fatte durante la puntata di "La Telefonata", programma del mattino di Canale 5, condotto da Maurizio Belpietro. Durante la conversazione telefonica, infatti, La Russa ha assicurato Belpietro che "entro fine anno la presenza dei militari italiani in Afghanistan sarà di poco inferiore ai 4.000 uomini", con un ulteriore aumento di circa 1000 unità, rispetto agli attuali. Inoltre ha nuovamente assicurato (lo fa ininterrottamente dall'ottobre 2008, data in cui alcuni soldati italiani vennero feriti in un attacco simile a quello che ha visto lunedì la morte di due soldati italiani, ndr) che presto verranno mandati in Afghanistan i nuovi blindati Freccia, per sostituire i Lince, decisamente obsoleti.
In realtà i Freccia non sono ancora disponibili per l'invio in Afghanistan, hanno una manutenzione più costosa e sono più pesanti dei Lince; tutte cose che comporterebbero un aggravio delle spese, che allo stato l'Italia non può coprire. Ma tanto che importa? L'importante è dichiararlo. Agli italiani basta questo; non hanno abbastanza memoria per ricordarsene la prossima volta che i guerriglieri afgani uccideranno un soldato invasore italiano.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©